“Nuovi fondi ai periti industriali”, titola stamattina Italia Oggi. Altri 25,4 mln caricati ieri sui conti correnti previdenziali. Le risorse dal contributo integrativo, distribuito dall’Eppi dopo il via libera ministeriale.

Buone notizie per i periti industriali – si legge sul quotidiano -. Altri 25,4 milioni di euro sono stato caricati ieri sui conti correnti previdenziali dei professionisti iscritti all’Eppi, la Cassa di previdenza che quotidianamente li assiste e gestisce le risorse per il loro futuro in quiescenza. La somma deriva dal contributo integrativo dichiarato per il 2017, e che, nella misura dell’80%, ha ricevuto dai ministeri vigilanti il definitivo via libera alla distribuzione sui montanti degli iscritti (a seguito della relativa delibera assunta dal cda dell’Ente il 19/12/2019) (…)

“Una nuova tappa è stata raggiunta nel percorso difficile che anni fa abbiamo intrapreso per affermare un sistema previdenziale che, oltre ad essere sostenibile, deve essere adeguato alle esigenze di una vita dignitosa nel periodo di quiescenza – ha commentato il presidente dell’Eppi Valerio Bignami -. Questo ulteriore riconoscimento della legittimità della distribuzione del contributo integrativo dichiarato per l’anno 2017, nella misura dell’80%, sui montanti individuali, è sicuramente motivo di orgoglio e soddisfazione, che assume maggior significato nel contesto terribile che stiamo tutti attraversando. La soddisfazione per il lavoro svolto da tutti, dagli organi istituzionali fino alla struttura dell’Ente, viene rattristato dall’aggravamento in corso della situazione sanitaria, che inevitabilmente si ripercuote nella vita sociale e nell’attività professionale”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here