“Lo skate park, come purtroppo già testato con la pista ciclabile, rappresenta l’emblema di cinque anni di governo della città e di questo municipio nei quali sono prevalse le passerelle e i finti annunci rispetto ad interventi concreti per il territorio”. A sostenerlo in una nota è Monica Picca, capogruppo della Lega nel parlamentino lidense.
“L’amministrazione a Cinque Stelle ha speso centinaia di milioni di denaro pubblico per realizzare un intervento che avrebbe potuto e dovuto essere un fiore all’occhiello per Ostia e per la Capitale, per la vocazione internazionale che doveva essere data a questo impianto sportivo che, invece, come abbiamo denunciato fin dall’inizio, causa errori nella progettazione, non potrà ambire ad ospitare gare di livello, capaci anche di attrarre turismo e indotto su Ostia”, spiega la Picca.
“I rappresentanti grillini, quindi, invece di insultare sui social o perdere tempo come fa il consigliere Ferrara a pubblicare tweet con foto taroccate dei tombini ripristinati, farebbero bene a chiedere scusa e a rispondere ai cittadini ad una serie di quesiti ancora irrisolti come, ad esempio, se l’area dello skate park (particella 2803) sia di proprietà dell’Amministrazione o dell’Agenzia del Demanio, come invece risulta dal nostro accesso agli atti. Oppure, e su questo attendiamo risposte anche dal Dipartimento, per quale motivo siano stati stanziato oltre 650mila euro per realizzare un impianto sportivo in cemento armato, utilizzando i fondi per la manutenzione stradale, nonostante, l’area fosse destinata a verde e che 20 anni fa costò 320mila euro alle Casse comunali”, conclude la Picca.
Lo comunica in una nota Monica Picca, capogruppo della Lega Salvini premier in X municipio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here