“La seduta odierna della Commissione Roma Capitale Statuto e Innovazione Tecnologica ha palesato, ancora una volta, la scarsa attenzione della Giunta Gualtieri sulla questione lavoro agile.
A pochi giorni dalla scadenza dell’attuale regime di smart working legato allo stato emergenziale, l’esecutivo a trazione dem dimostra di non avere alcuna visione politica su una modalità di organizzazione del lavoro che, nei due anni di pandemia da covid19, ha completamente innovato la macchina amministrativa capitolina e che avrebbe meritato maggiore considerazione da Gualtieri e dalla sua maggioranza.
Sin dai primi mesi del 2020 l’Amministrazione Raggi ha lavorato alacremente sull’argomento, ribadendo in più occasioni che l’approccio al tema del lavoro agile dovesse essere più a lungo termine e non legato esclusivamente all’emergenza sanitaria in corso. Servirebbe un indirizzo politico forte e chiaro, che accompagni un cambio di paradigma culturale e proietti l’Amministrazione capitolina verso nuove mete di efficienza e modernità.
Nulla di tutto questo, purtroppo, si è visto in questi mesi, con la Giunta Gualtieri che si limita a demandare ogni compito agli uffici amministrativi e a una Commissione capitolina, ossia quella presieduta dal collega Corbucci, l’unico che sta provando quantomeno a mettere il tema in agenda.
L’auspicio è che l’esecutivo Gualtieri possa presto schiarirsi le idee sullo smart working e dichiarare ai dipendenti le reali intenzioni dell’Amministrazione capitolina su una questione al momento relegata solo a vuote discussioni prive di risvolti concreti”.

Lo dichiara, in una nota stampa, il capogruppo della Lista Civica Virginia Raggi, Ecologia e Innovazione Antonio De Santis.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here