“La Polizia Locale è il biglietto da visita della Città e, con la fine dell’emergenza legata alla pandemia, Roma sta tornando gradualmente a una normalità che corrisponde a un contesto di grande fermento commerciale e turistico.
Proprio alla luce del crescente flusso di turisti e della ripresa a pieno regime del secondo settore, ci chiediamo quale siano gli intendimenti di questa Amministrazione circa il ruolo della Polizia Locale di Roma Capitale che, almeno per il momento, non sembra rientrare tra le questioni prioritarie dell’agenda politica della Giunta Gualtieri.
Un silenzio che dura da mesi e che desta più di qualche perplessità, con cui l’Amministrazione Gualtieri ha di fatto interrotto quell’indubbio processo di valorizzazione del Corpo avviato in precedenza dalla Giunta Raggi che aveva portato a un generale apprezzamento soprattutto in tema di legalità, con l’abbattimento delle ville Casamonica, e nelle fasi ‘calde’ della pandemia, connotate da un forte presidio e protagonismo della Polizia Locale.
A Gualtieri e alla maggioranza dem chiediamo quale sia la loro politica sul ruolo che debbano avere le nostre migliaia di agenti, quali siano le programmazioni assunzionali per il prossimo futuro e se intenderanno proseguire l’opera di rafforzamento degli organici da noi intrapreso con l’assunzione di 1500 nuovi vigili urbani.
Altrettanto importante è la questione relativa al nuovo ordinamento del Corpo su cui l’attuale Amministrazione non si è espressa e che, invece, dovrebbe essere affrontata con urgenza”.

Lo dichiara, in una nota stampa, il capogruppo della Lista Civica Virginia Raggi, Ecologia e Innovazione Antonio De Santis.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here