“Precompilata Iva per 2,3 milioni”, titola in prima pagina Il Sole 24 Ore. Parte la sperimentazione. Il Fisco predisporrà le bozze dei registri con i dati acquisiti da fatture, scontrini elettronici e Anagrafe: il contribuente potrà confermarli o integrarli.

A pagina 7: “Partite Iva, precompilata per 2,3 milioni”. Dalle operazioni 2021, in via sperimentale l’agenzia delle Entrate mette a disposizione dei soggetti passivi residenti e stabiliti in Italia le bozze dei registri Iva acquisti e vendite – si legge sul quotidiano -. L’obiettivo è arrivare alla dichiarazione Iva precompilata, controllata e integrata dal contribuente. La platea oggetto di sperimentazione è stimata in 2,3 milioni di contribuenti che comprendono i soggetti passivi d’imposta stabiliti in Italia. Non comprendono i soggetti non residenti identificati o rappresentati nel nostro Paese. Sono esclusi, anche i soggetti che liquidano l’Iva in base a regimi speciali

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here