La Giunta Capitolina ha approvato lo schema di Protocollo d’Intesa tra il Commissario Straordinario di Governo, l’Architetto Maria Lucia Conti, Roma Capitale e Invitalia, in base al quale l’Agenzia nazionale svolgerà la funzione di centrale di committenza e di supporto tecnico per la realizzazione delle quattro tranvie giubilari, per l’acquisto dei convogli e del deposito Centocelle Est”: lo dichiara, in un comunicato Eugenio Patanè, assessore alla Mobilità di Roma Capitale.

Dopo aver ottenuto l’esclusione della procedura di Via – Valutazione Impatto Ambientale – per tre delle quattro tranvie giubilari – aggiunge Eugenio Patanè – e dopo aver firmato lo Schema di Convenzione con il Ministero per le stesse tratte e per l’acquisto di 40 tram, ora con la firma di questo protocollo d’intesa individuiamo la stazione appaltante delle tranvie e chiudiamo il percorso amministrativo propedeutico alla realizzazione delle suddette opere”.

L’Agenzia Nazionale per l’Attrazione degli Investimenti e lo Sviluppo d’impresa Spa – Invitalia, di proprietà del Ministero dell’Economia – svolgerà fino alla fine del 2026 la funzione di Centrale di Committenza e di supporto tecnico-operativo finalizzate alla realizzazione del nuovo sistema delle tranvie. Gli interventi legati al servizio di trasporto rapido di massa interessati sono: Linea tranviaria “via Tiburtina”, oltre 23,4 milioni di euro; Linea tranviaria “Termini-Tor Vergata”, oltre 213,8 milioni di euro; Deposito Centocelle Est, oltre 11,2 milioni di euro; Fornitura di materiale rotabile tranviario, circa 159 milioni di euro; Linea tranviaria Termini-Vaticano-Aurelio, oltre 293 milioni di euro; Linea tranviaria viale Palmiro Togliatti, oltre 184 milioni di euro”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here