Si è tenuto nella serata di ieri il terzo incontro online organizzato dalla Federazione provinciale Pd di Frosinone   “La tutela delle persone sui territori: il ddl Zan contro omotransofobia, misoginia e abilismo”. Hanno partecipato oltre al segretario provinciale Luca Fantini, il deputato Alessandro Zan, le associazioni ‘Collettivo ugualmente’, ‘Arcigay Stonewall Frosinone’, ‘Agedo basso Lazio’ e la consigliera Sara Battisti. A moderare l’evento la delegata ai diritti del Partito democratico Francesca Cerquozzi.
“Da molto tempo con Alessandro Zan si è aperta questa discussione sul tema dei diritti – ha dichiarato la Cerquozzi -. Sembrava impossibile e invece siamo ad un passo da un evento storico che cambierà per sempre il nostro Paese: l’approvazione della legge contro omotransfobia, misoginia e abilismo. Il Pd di Frosinone costituirà un tavolo permanente, con rappresentanti istituzionali, associazionismo, società civile e mondo accademico che affronti le questioni legate ai diritti, che sia un luogo di elaborazione, di strategie ed azioni concrete per la tutela – conclude – dei diritti di tutte le persone”.
Il deputato Zan ha spiegato come “il nostro Paese è arretrato sui diritti: c’è ancora molto da fare. Le legge in via di approvazione ha non solo effetti punitivi, ma anche positivi che spingono al rispetto e all’inclusione. Dopo l’approvazione a larga maggioranza alla Camera, bisognerà lavorare molto affinché passi al Senato senza modifiche sostanziali”.
“L’importanza del rapporto con le associazioni arcobaleno – ha detto Sara Battisti – è testimoniata dall’iniziativa di ieri tramite la partecipazione e le parole dei loro rappresentanti. Lavorare di concerto affinché si approvi il ddl Zan in tempi rapidi resta per tutti noi una priorità. Abbiamo costituito una sotto commissione che ha definito un testo unificato delle diverse PL depositate in Consiglio regionale del Lazio. La strada per il raggiungimento del rispetto dell’altro è ancora lunga ma noi saremo il presidio per garantirla”.
Le conclusioni al segretario Fantini: “Faremo una battaglia sul territorio: su questi temi, sul rispetto delle diversità, non sono ammesse incertezze. Apriremo un confronto con le associazioni, che ringrazio per il lavoro quotidiano in difesa dei più deboli, e lavoreremo assieme perché il Partito democratico è al fianco delle persone e a sostegno di chi è vittima di crimini di odio. L’approvazione del ddl Zan avrà ripercussioni positive in tal senso nella nostra società”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here