“Trasparenza ed equità. Sono le due parole chiave su cui si basa la delibera approvata dalla Giunta capitolina che ha come obiettivo quello di mettere ordine in un settore complesso come i Piani di zona, affrontando una questione che coinvolge tante famiglie”. Lo scrive il sindaco di Roma Virginia Raggi sul suo profilo facebook.

“Si tratta di una delibera che riguarda in particolare le affrancazioni, una delle tante questioni aperte della nostra città che deve avere l’attenzione che merita – prosegue -.

Ovvero la cessione degli appartamenti di edilizia economica e popolare è vincolata al rispetto di un prezzo di vendita stabilito per legge. Nel 2015 una sentenza della Cassazione ha stabilito che in questi casi, se un proprietario vuole vendere il proprio appartamento a prezzo di mercato può farlo a patto che corrisponda all’Amministrazione pubblica una somma che “affranchi” l’immobile da questo prezzo vincolato per legge, il cosiddetto “prezzo massimo di cessione”.

Perché è quindi importante questa delibera? Perché fino ad oggi non era stato ancora previsto un modo semplificato per la determinazione di questa quota, esponendo così sia i cittadini che la stessa Amministrazione a una lunga attesa dovuta alle necessarie procedure.

Per questo sin da subito questa Amministrazione, grazie al lavoro coordinato e capillare di Giunta, consiglieri e uffici, ha inserito la problematica tra i primi punti da affrontare e oggi finalmente se ne possono vedere i risultati.

Questo provvedimento, una volta approvato anche dall’Assemblea capitolina, diventerà uno strumento concreto non solo per l’Amministrazione, ma per i cittadini che finalmente avranno la possibilità direttamente dal portale di Roma Capitale di calcolare in forma puramente indicativa gli importi che dovranno sostenere.

Vi è infine un ulteriore aspetto importante, ovvero che le entrate derivanti da queste procedure saranno vincolate al completamento delle opere di urbanizzazione all’interno dei Piani di Zona non ultimati o con carenza di fondi.

I cittadini hanno il diritto di avere accanto un’Amministrazione che li difenda e li tuteli e noi anche su questo tema siamo con loro”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here