“L’Amministrazione M5s il prossimo 16 marzo avrà l’occasione per porre fine all’impasse amministrativo sui Piani di Zona. Un’occasione di dialogo che, insieme al Comitato Class Action, stiamo cercando da mesi con sindaca e assessori per aprire una breccia nell’immobilismo dietro cui si è trincerato il Dipartimento Urbanistica del Comune”.  Così il consigliere capitolino della Lega-Salvini Premier, Davide Bordoni.

“La convenzione concordata va ristabilita nell’interesse dei cittadini e del legittimo affidamento sul valore delle case secondo tabelle – spiega Bordoni –. Le carte sono già tutte sul tavolo e non si giustifica il comportamento del Dipartimento Urbanistica, dopo diverse sentenze del TAR, in uno stato di inerzia perenne. Non ci sono più alibi: la tabella dei prezzi massimi di cessione va ripristinata; i cittadini non possono pagare interessi di preammortamento infiniti alle banche e a carico dei soci. Ho già presentato un’interrogazione sulla determina dirigenziale e sull’esecutività di quanto disposto dal Commissario ad Acta, chi guida la Capitale non abbia paura del confronto, se sono andati avanti tre anni con piani di zona sbagliati è semplicemente inaccettabile”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here