5 arrestati, 14 indagati, 10.668  identificati, 539 le pattuglie impegnate in stazione, 106 pattuglie impiegate a bordo treno, 10 le contravvenzioni amministrative elevate, di cui 4 al regolamento di Polizia Ferroviaria. Questo il bilancio dell’attività della Polizia di Stato –  Compartimento per il Lazio nella settimana scorsa, in ambito regionale.

In particolare,  il  19 ottobre,  gli agenti del posto Polfer di Formia, durante un servizio di vigilanza a bordo treno, hanno sorpreso un cittadino giordano di 20 anni, sul quale gravava un divieto di reingresso in Italia per la durata di 5 anni. L’uomo che viaggiava su un treno regionale era stato espulso dal territorio nazionale nel novembre 2019 e non avrebbe potuto far rientro prima del 2024. Il giovane è stato arrestato e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Sempre nella giornata del 19 ottobre, gli agenti della Polfer di Roma Tiburtina, su segnalazione del capotreno, a bordo di un treno regionale, hanno rintracciato una ragazza di 15 anni priva di documenti e di biglietto. Dai controlli effettuati è emerso che l’adolescente si era allontanata da casa il 13 ottobre u.s., e che la madre ne aveva denunciato la scomparsa. La giovane è stata riaffidata alla madre.

Il 22 ottobre, nella stazione di Roma Tiburtina, gli agenti della Polizia Ferroviaria hanno arrestato un cittadino italiano  65enne, sul quale pendeva un ordine di cattura per reati predatori. I poliziotti, durante un servizio congiunto con i militari dell’Esercito Italiano, hanno identificato l’uomo mentre si trovava all’interno dello scalo ferroviario. Dal controllo in banca dati, oltre ai precedenti per furto in ambito ferroviario è emerso l’ordine di carcerazione, eseguito immediatamente. L’uomo è stato assicurato presso il carcere di Rebibbia.

Nella giornata del 23 ottobre, gli agenti della squadra di Polizia Giudiziaria compartimentale , hanno arrestato un 29enne italiano  perché autore di una rapina ai danni di un’attività commerciale all’interno della stazione Termini. L’uomo sorpreso mentre rubava capi di abbigliamento ha aggredito dapprima l’addetto alla sicurezza e poi per guadagnarsi la fuga ha inveito anche contro i poliziotti  che, allertati dal titolare del negozio, sono prontamente intervenuti e lo hanno bloccato. Con precedenti di polizia e già sottoposto a sorveglianza speciale è stato arrestato e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Sempre il 23 ottobre, nella stazione di Roma Ostiense nell’ambito di un servizio mirato ad arginare il fenomeno dei “Writers”, anche in collaborazione con la protezione Aziendale di Ferrovie dello Stato Italiano, la Polfer ha sorpreso due 17enni  intenti ad imbrattare con vernice spray un treno fermo. I due ragazzi trovati in possesso di uno zaino pieno di bombolette di vernice,  sono stati denunciati in stato di libertà e riaffidati ai propri genitori. Le bombolette spray sono state sequestrate.

Nella stessa giornata del 23 ottobre, a Roma Termini, gli agenti hanno rintracciato una cittadina romena di 30 anni che, nonostante il divieto di accedere per 24 mesi nell’area urbana della stazione si aggirava tra i viaggiatori. La donna è stata indagata in stato di libertà.

Infine, nella serata del 23 ottobre, gli agenti di Roma Tiburtina hanno arrestato un 50enne  italiano  per il reato di evasione dagli arresti domiciliari.

Il 25 ottobre, gli operatori della squadra giudiziaria compartimentale in collaborazione con gli agenti di polizia del commissariato Celio, hanno arrestato un 40enne di origine  ucraina per estorsione ai danni di una donna che era stata derubata del portafogli.  L’uomo per riconsegnare il portafogli alla vittima, dalla quale pretendeva una somma di denaro per la restituzione del maltolto le ha dato un appuntamento. All’appuntamento però si sono presentati  anche i poliziotti che lo hanno arrestato.

Lieto fine per un cittadino 38enne italiano  smarritosi nel pomeriggio del 22 ottobre nei boschi dei Castelli Romani, durante una passeggiata mirata alla raccolta di funghi. Gli agenti del posto Polfer di Ciampino durante un servizio di controllo lungolinea, avuta la notizia dello smarrimento dell’uomo da parte del personale della Guardia di Finanza, vista la loro conoscenza dei luoghi hanno prestato ausilio ai colleghi delle fiamme gialle addentrandosi nella fitta boscaglia. Le ricerche sono andate a buon fine, dopo circa un’ora sono riusciti a raggiungere e guidare con le loro voci il malcapitato sino al sentiero principale. L’uomo ancora spaventato dalla disavventura, ha ringraziato gli operatori intervenuti.

Polfer

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here