2 persone arrestate; 9 persone denunciate in stato di libertà; 4466 persone identificate; 95 pattuglie impiegate a bordo treno; 534 pattuglie impiegate in stazione; 219 treni scortati; 16 le contravvenzioni amministrative elevate, di cui 2 al regolamento di Polizia Ferroviaria. 3 gli ordini di allontanamento dallo scalo di Roma Termini in osservanza delle disposizioni in materia di “sicurezza nelle città” e 5 i minori  rintracciati ed affidati ai familiari.

Questo è il bilancio dell’attività messa in campo dal personale della Specialità della Polizia   Ferroviaria del Compartimento per il Lazio nel Ponte Ognissanti in ambito regionale.

In particolare, due cittadini magrebini di 23 e 27 anni sono stati arrestati nelle vicinanze della stazione ferroviaria di Roma Termini, dal personale della Squadra di Polizia Giudiziaria del Compartimento Polizia Ferroviaria per il Lazio, perché responsabili in concorso del reato di furto in danno di un viaggiatore. Nello specifico, i poliziotti hanno notato due giovani, uno dei quali conosciuto per aver commesso già in passato reati predatori, passarsi di mano uno zaino mentre uscivano da un esercizio commerciale allontanandosi frettolosamente. Avvicinati e subito bloccati dai poliziotti al fine di accertare l’accaduto, i due stranieri hanno ammesso di aver rubato lo zaino ad un cittadino cinese all’interno dell’esercizio commerciale. La vittima del furto è stata rintracciata in stazione e dopo aver rilasciato una formale denuncia, è rientrata in possesso dello zaino integro del contenuto.

Presso lo scalo ferroviario di Roma Tiburtina, nel corso dei normali servizi di vigilanza, gli Agenti della Polizia Ferroviaria hanno ritrovato un ragazzo che si era allontanato dalla propria abitazione. Nello specifico, a seguito di una segnalazione da parte del “112” in merito alla presunta presenza presso l’impianto FS di un giovane, scomparso dalla sera del 29 ottobre e del quale veniva diramata una descrizione sommaria, i poliziotti si sono attivati immediatamente per il rintraccio dello scomparso. Dopo una breve perlustrazione dello scalo infatti, su una banchina in apparente attesa del treno veniva rintracciato un giovane corrispondente alla descrizione. I poliziotti, con molta delicatezza,  si sono avvicinati e dopo un primo contatto sono riusciti ad entrare in sintonia con il ragazzo che ha raccontato loro di essersi allontanato da casa due giorni prima per alcuni problemi personali. Lo stesso veniva accompagnato dagli Operatori presso gli uffici di Polizia interni alla stazione, dove si sono attivati per avvisare i genitori. Quest’ultimi si sono subito recati  presso lo scalo ferroviario, dove si sono ricongiunti al proprio figlio con non poca commozione e felicità per la conclusione positiva della vicenda.

Infine un cittadino Italiano di cinquant’anni è stato rintracciato nella Stazione di Roma Termini, da personale della Polizia Ferroviaria. Gli Agenti durante il normale servizio di vigilanza e prevenzione in ambito ferroviario, all’interno della Stazione di Roma Termini, hanno proceduto ad un controllo di Polizia di un cittadino italiano, il quale risultava avere a suo carico una denuncia di scomparsa. I poliziotti si sono messi in contatto con il fratello dell’uomo che, rinfrancato, si è subito recato presso gli Uffici della Polizia Ferroviaria di Roma Termini dove si è ricongiunto al proprio familiare. L’uomo, scomparso da circa dieci giorni dalla propria residenza di Roma, era stato anche inserito sul sito web della trasmissione televisiva “Chi l’ha visto”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here