“Prestipino adesso «blinda» la Procura: si entra solo per appuntamento”. Così titola in prima pagina il Corriere di Roma.

A pagina 5 l’approfondimento di Ilaria Sacchettoni: “Varate nuove restrizioni con gli occhi puntati sulla curva epidemiologica. Altre sono allo studio per evitare che gli uffici della Procura, in piazzale Clodio, si trasformino in cluster. Nella nuova circolare a firma del procuratore capo, Michele Prestipino, si prescrivono limiti all’accesso negli uffici da parte di avvocati, pubblico (fra cui i giornalisti) e polizia giudiziaria che potranno essere ricevuti solo sulla base di un appuntamento (…)”