Più finanziamenti alle imprese agricole nell’ambito della misura 4.1 del Psr, il Piano di Sviluppo Rurale, che prevede appunto gli “incentivi per investimenti per la redditività, competitività e sostenibilità delle aziende agricole. E’ la richiesta della federazione regionale di Coldiretti alla Regione Lazio.

“In un periodo complesso come quello che sta attraversando la nostra agricoltura sono ancora molte le aziende agricole – spiega il presidente di Coldiretti Lazio, David Granieri – che credono nelle opportunità di sviluppo e investimento. L’innovazione spesso corrisponde a risparmio rispetto ai costi di produzione, che sono enormemente aumentati negli ultimi mesi, con le cause tra le più disparate, ma sicuramente non collegate agli agricoltori”. 

Quello che Coldiretti Lazio ha sollecitato in una lettera inviata al Vice Presidente della Regione Lazio, Daniele Leodori, è di “prendere in considerazione l’opportunità di poter finanziare il maggior numero possibile di domande del precedente Piano di Sviluppo Rurale misura di investimento 4.1 – ha sottolineato il presidente Granieri – anche con l’aumento dei costi di investimento le imprese che sono in grado di potersi modernizzare, avranno una possibilità in più di poter proseguire nell’attività. In questo modo si darà fiducia anche ai giovani, proprio in questa fase storica complessa”. 

Investire nell’ammodernamento delle aziende non solo consente all’agricoltura di avere un ruolo centrale, ma anche di raggiungere target più alti per le imprese e la possibilità di essere maggiormente competitive sul territorio, sia sotto il profilo tecnologico che della sostenibilità.

“Non dimentichiamo – conclude Granieri – che l’agricoltura è gestione del territorio, produzione di cibo locale di ottima qualità, occupazione, indotto con alto valore aggiunto”. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here