“Tra le scale mobili che si sono rotte improvvisamente, gli incendi ai Tmb e i furti al servizio giardino mi pare evidente che siamo sotto attacco”. Così Virginia Raggi, sindaca di Roma,  ospite a “Di Martedì”, su La 7. I problemi della Capitale al centro della chiacchierata con Giovanni Floris:

Sul tema rifiuti: “Complotto? No, non ho detto questo ma è innegabile che sto cercando di cambiare un sistema, e che se qualcuno non ci sta reagisce, ed ecco i risultati. Con Ama stiamo lavorando per ridurre l’indifferenziata e aumentare la quantità di frazioni separate. In Italia ci sono la camorra, la ‘ndrangheta, sui rifiuti indifferenziati c’è un sistema su cui hanno lucrato tutti”.

Su Atac: “La stiamo risanando – prosegue – stanno tornando nuovi autobus, poi però all’improvviso si fermano le scale mobili in tre stazioni centrali della metropolitana. Abbiamo cacciato il manutentore che ha detto che ci sono i trolley che ci vanno sopra”.

Su Salvini: “Andiamo d’accordo sulle cose concrete. Non riuscirete a farmi litigare con Salvini. Sono andata anche da lui per chiedergli il daspo per gli ultrà violenti e i turisti che imbrattano i monumenti. Era molto d’accordo”.

Sui tifosi-vandali: “Bisognerebbe trovare una soluzione contro i tifosi facinorosi che rovinano la città. Una sorta di Daspo di decoro pubblicoE’ capitato troppo spesso che in passato alcuni tifosi arrivassero a Roma e imbrattassero strade e monumenti”

Sul tema migranti: “L’esecutivo ha il merito di essere andato in Europa a ricordare che è un problema da condividere fra tutti, l’immigrazione è una questione che riguarda tutti, non solo l’Italia”.

Sull’arresto di Marcello De Vito: “Lo abbiamo cacciato subito, è questa la nostra differenza rispetto ad altri partiti. Non si può conoscere chiunque dal principio. Sono importanti le reazione e poi quanti casi del genere si sono verificati? I miei assessori che si impegnano a rispettare il programma rimangono in Giunta”.

LA SINDACA SU FACEBOOK –  “Se vuol farmi litigare con Salvini non ci riuscirà.È inevitabile rilevare che a Roma nell’ultimo periodo siamo stati messi sotto attacco da una serie di episodi: dall’incendio del Tmb di Rocca Cencia a quello del Tmb Salario, completamente distrutto – le parole postate su facebook dalla sindaca dopo l’ospitata a La7 -. Ricordo gli oltre 600 cassonetti incendiati con danni per più di 500mila euro. Da mettere in conto anche l’incendio all’isola ecologica di Acilia e danneggiamenti, incendi e furti a mezzi, attrezzature e depositi del servizio giardini.  Le scale mobili che si sbucciano invece, non le avevo viste mai. A mio avviso siamo #SottoAttaccoDi questo e molto altro abbiamo parlato stasera nell’intervista a DiMartedì con Giovanni Floris. Ecco il mio intervento”, scrive la sindaca che pubblica il video:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here