Virginia Raggi, intervenuta stamattina nel corso della trasmissione di Rai 1, Unomattina su Rai 1, si è soffermata sui progetti di rilancio del commercio e del turismo nella capitale, in  una fase in cui le imprese sono state messe in ginocchio dal coronavirus. Ecco le sue parole riprese da Lavorolazio.com:

“Abbiamo lavorato subito con le imprese. Io ricordo che a Roma tutta la parte del comparto turistico ha iniziato a vedere un crollo, a picco, già dal mese di febbraio, ancora prima che arrivasse il virus nella Capitale, perchè ormai tutta questa storia si era ormai diffusa a livello internazionale e sono crollate le prenotazione. Per loro abbiamo da subito sospeso la tassa di soggiorno. Parlando anche con i commercianti, abbiamo sospeso e stiamo annullando la Cosap, cioè la tassa per i tavolini. Nessun esercizio adesso può mettere fuori i tavolini essendo tutti chiusi, ma durante la ripartenza, quando Roma ricomincerà a vivere in strada, abbiamo voluto aiutare un comparto che deve ripartire senza troppi lacci e lacciuoli. E ancora con le imprese stiamo lavorando per immaginare uno scenario diverso: in questo momento, una delle proposte sul tavolo è lo studio di una piattaforma per la vendita online, sviluppata da Roma Capitale, direttamente per i piccolissimi, immaginiamo le botteghe, gli artigiani, i piccolissimi commercianti, che magari non ce la fanno ad avere una filiera di commercio elettronico autonomo. Del resto, una di quelle cose che stiamo scoprendo in questo momento, nel quale evidentemente non possiamo andare nei negozi, è che sta fiorendo tutto il mercato dell’e-commerce, quindi questo è un tema sul quale dovremmo battere. E un altro filone di sviluppo potrebbe essere quello dell’agrifood: ricordo che Roma è probabilmente il Comune agricolo più grande d’Europa, quindi stiamo provando a riscrivere quella che è la ripartenza della nostra città”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here