“Il lavoro per rigenerare la macchina amministrativa si compone di diversi azioni, declinate in tutti i settori. Il profilo organizzativo e gestionale assume una funzione nodale. In questo contesto, passo dopo passo, stiamo ricostruendo le fondamenta dell’edificio, completando la catena con tutti quegli anelli che mancavano ormai da troppi anni”. Lo scrive la sindaca di Roma Virginia Raggi sulla sua pagina facebook.

“È la strada che stiamo seguendo insieme all’Assessore al Personale Antonio De Santis.
In quest’ottica, dopo aver sbloccato le assunzioni del personale dipendente, stiamo pianificando l’acquisizione di nuovo personale dirigente – ha annunciato la prima cittadina -.  Grazie alla profonda sinergia sviluppata con il Ministro della Difesa Elisabetta Trenta abbiamo accolto nei giorni scorsi cinque generali, provenienti dall’Esercito e dall’Aeronautica Militare, a guidare cinque Direzioni di Roma Capitale.

Si tratta di professionalità di primissimo livello, con alle spalle una vita intera dedicata alle istituzioni con risultati autorevolissimi. Una scelta che, oltre ad assicurare qualità indiscutibili, garantisce un risparmio alle casse capitoline.

Ma la macchina si arricchirà ancora di ulteriori energie. Infatti hanno già preso il via tutte le procedure che preludono al bando di un nuovo concorso per dirigenti. All’interno di questo percorso hanno già firmato per Roma Capitale, diventando subito operativi, alcuni dirigenti in mobilità provenienti da altre realtà amministrative.

Il combinato disposto di questi interventi produrrà nuova e vigorosa linfa per Roma Capitale, all’insegna di una programmazione calibrata in ogni aspetto.

È tempo di aprire una nuova epoca. Il nostro metodo di lavoro è chiaro: studiare le criticità e affrontare i nervi scoperti uno ad uno, all’interno di una visione globale che è partita dalle fondamenta e che sta restituendo progressivamente solidità e affidabilità alla macchina amministrativa”, conclude Virginia Raggi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here