“Cambiano le zone di Roma, ma gli zozzoni restano sempre gli stessi. Questa volta gli agenti del reparto Pics Nucleo Ambiente della Polizia di Roma Capitale, partendo da un attento esame di alcuni cumuli di rifiuti in una discarica illecita a Ponte di Nona – composta da vecchi mobili, materiali ferrosi e altri oggetti, anche pericolosi – sono riusciti a risalire ai proprietari dei rifiuti. Ma non solo. Dopo circa due mesi di indagini, gli agenti sono riusciti a identificare l’esecutore materiale degli sversamenti”. A riferirlo è la sindaca di Roma, Virginia Raggi sulla sua pagina facebook. 

“Esercenti, liberi professionisti e privati cittadini, nei mesi passati, si erano infatti affidati ad un certo ‘Nino’, che pubblicizzava attività di sgombero e traslochi a prezzi molto competitivi, un cosiddetto “svuota-cantine” – scrive la sindaca -. I committenti e l’uomo sono stati denunciati per reati ambientali e trasporto illecito di rifiuti. I due furgoni utilizzati, inoltre, sono stati sequestrati.

Un risultato reso possibile solo grazie al lavoro degli agenti del reparto Pics Nucleo Ambiente, che dopo aver individuato l’area di sversamento, in cui erano stati creati ben 39 cumuli di rifiuti, hanno ricostruito la filiera delle responsabilità. Dopo l’indagine, inoltre, il reparto ha scoperto che l’area trasformata in discarica era in realtà un parcheggio di proprietà del Municipio VI.

Proprio per questo @Roberto Romanella – Presidente del Municipio VI di Roma Capitale e gli assessori municipali, che ringrazio per la pronta risposta, hanno presentato denuncia penale per danneggiamento e reati ambientali. L’Amministrazione, infine, ha chiesto ad Ama di quantificare l’ammontare delle spese della bonifica dell’area, per poterle imputare direttamente alle persone che sono state denunciate. Tolleranza zero per gli incivili. Chi sporca paga”, conclude la prima cittadina.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here