Intervistata da Il Fatto Quotidiano, l’ex sindaca di Roma, Virginia Raggi, è stata interrogata sui primi mesi di gestione Gualtieri nella Capitale: “La promessa di pulire la città per Natale si è rivelata troppo ardua da mantenere? Ora sono all’opposizione, sto osservando e studiando. Come ho già avuto modo di dire, Gualtieri non dovrebbe ascoltare i consigli di chi gli dice che è tutto facile. Roma è molto difficile. Roma è Roma”.

Sull’obbligo vaccinale per gli over 50: “Molti parlamentari grillini in assemblea sono stati critici? Dovremmo parlarne in un’intervista a parte. Ci saranno nuove assemblee e se ne discuterà ancora. Mi accusano di essere una ‘ni – vax’. Argomenti triti e ritriti. Ci sono tante altre cose di cui parlare. Per esempio? Per esempio della legge elettorale. Dovevamo cambiarla, in entrambi i governi di cui abbiamo fatto parte. Bisogna tornare a una legge proporzionale, possibilmente con le preferenze, e andrebbe fatto prima delle Politiche”.

“Io il piano B del M5S al posto di Conte? I giochi di palazzo non mi interessano, queste polemiche non mi sfiorano”, ha concluso Raggi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here