“Strade, cultura e trasporti sono alcuni dei principali assi strategici su cui stiamo concentrando gli investimenti. Un lavoro di programmazione che, purtroppo, qualcuno vuole offuscare o addirittura negare. Ma i dati rappresentano ed evidenziano una realtà fatta di interventi strutturali e incisivi”. Lo sostiene la sindaca di Roma Virginia Raggi, con un lungo post sulla sua pagina facebook.

“Il quotidiano ‘Il Messaggero’ scrive di ‘26 variazioni di bilancio per opere mai fatte’. Il quadro è, invece, radicalmente diverso – continua la prima cittadina -. Basti pensare a quanto prodotto in tema di lavori pubblici: i 5 milioni di fondi giubilari per Piazza Venezia sono utilizzati correttamente e la consegna del cantiere avverrà a metà gennaio 2020, anche per evitare disagi al traffico durante le festività natalizie; i fondi per il 2019 sono stati adeguatamente stanziati e impegnati, consentendo interventi consistenti in via Veneto, via Portuense, al Corviale.

Un’importante variazione di bilancio ha riguardato la manutenzione delle metropolitane. Sono stati spostati al 2020 oltre 37 milioni di euro su oltre 80 milioni inizialmente assegnati al 2019. Questo spostamento in variazione fa sì che l’importo finale 2019 garantisca la presenza del 10% di anticipo da parte Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (MIT), sull’importo totale di 425 milioni di euro. Sono risorse che quindi potremo investire subito.

Vorrei poi ricordare che, in ambito culturale, sono già stati impegnati 6 milioni di euro provenienti dall’atto di mecenatismo della Fondazione TIM per il Mausoleo di Augusto. Già nel 2018 si sono conclusi i lavori di restauro conservativo finanziati dalla pubblica amministrazione (Roma Capitale e Ministero per i Beni e le Attività Cultuirali – MiBACT) per un totale di 4 milioni di euro.

Per il Teatro Valle, contrariamente a quanto scrive ‘Il Messaggero’, il cofinanziamento tra Roma Capitale e il MiBACT ha stanziato in totale 3 milioni di euro. Sono 500mila euro i fondi messi in campo per la progettazione e 2 milioni e 500 mila euro – divisi a metà tra i due enti pubblici – per i lavori. In questo momento si sta concludendo la gara per la progettazione. Per entrambe le opere si sta quindi procedendo.

Quanto al numero di variazioni di bilancio, giudicato eccessivo, vorrei far notare che nel 2019 sono state soltanto tre e che tutte vengono pubblicate sul sito del Comune in piena trasparenza.

Si tratta soltanto di alcuni esempi. Purtroppo mistificare la realtà danneggia, in primo luogo, i cittadini. Noi preferiamo rispondere con la programmazione e con la forza impietosa dei numeri”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here