“Oggi voglio parlarvi degli orti urbani di Roma Capitale, realtà diffuse nel territorio cittadino e molto apprezzate dai cittadini. Si tratta di un bell’esempio di sinergia tra Amministrazione e associazioni di volontariato, che vogliamo sostenere con l’elaborazione di un nuovo regolamento”. Lo scrive la sindaca di Roma, Virginia Raggi sulla sua pagina facebook.

“Ogni orto non è un semplice terreno dove coltivare, ma un luogo dove si uniscono pratiche sociali e culturali. A Garbatella, nell’orto Tre Fontane, si punta sull’integrazione sociale; a viale del Tintoretto, Ortolino ha predisposto, tra l’altro, un orto didattico per insegnare a riconoscere le piante ed il loro ciclo vitale; a Casal Brunori, in zona Laurentina, gli orticoltori di Ort9-Sergio Albani si rimboccano le maniche per promuovere iniziative solidali e didattiche. Altra esperienza di cittadinanza attiva è OrtInsieme, nel Municipio IV, all’interno della Riserva Naturale Valle dell’Aniene, dove ci si incontra e si coltiva con lo spirito di preservare l’ambiente ed educare a rispettarlo.

Questi ultimi due, tra l’altro, sono stati realizzati nell’ambito del progetto europeo Sidigmed. Esperienze pilota grazie alle quali Roma ha vinto anche il premio Urbact best practice per trasferire le proprie strategie ambientali e di rigenerazione urbana in altre città europee. Un riconoscimento per la città e, soprattutto, per tutta la cittadinanza attiva”, conclude Raggi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here