“Per garantire proposte educative a scolastiche di qualità ai nostri figli occorre rimuovere barriere e ostacoli che ne frenano la crescita. In quest’ottica stiamo scrivendo il nuovo Regolamento 0-6, che permette di definire visione e politiche omogenee tra asili nido e scuole dell’infanzia”. Lo annuncia la sindaca di Roma Virginia Raggi sulla sua pagina facebook.

“Nei giorni scorsi si è insediato un apposito Comitato Scientifico, che si è messo a lavoro su una bozza prodotta da parte di un gruppo di lavoro tecnico – amministrativo presso il Dipartimento Servizi Educativi e Scolastici – prosegue la prima cittadina della Capitale -.  Il testo è il frutto del percorso partecipato #RomaAscoltaRoma, che ha chiamato a raccolta Consiglieri, Assessori, Direttori Socio-Educativi, Poses, Funzionari educativi, educatori ed educatrici, insegnanti e genitori provenienti da tutti i territori della città durante 4 incontri pubblici presso i Municipi.

Numerosi e articolati gli spunti di riflessione emersi durante gli incontri: la necessità di ripensare l’organizzazione degli spazi, l’importanza di valorizzare il gioco come forte strumento di crescita e apprendimento, il coinvolgimento delle famiglie nella costruzione di una vera continuità tra asili nido e scuole dell’infanzia, l’adozione di nuove e maggiori forme di sorveglianza presso gli asili, l’implementazione dei temi ambientali come elemento di stimolo nel processo educativo.

E’ il metodo di lavoro che caratterizza il nostro operato: per riformare in modo incisivo e funzionale la realtà educativa e scolastica bisogna partire dal coinvolgimento diretto dei cittadini e di tutti i soggetti che, ogni giorno, vivono quel mondo. Le proposte, espressione di un cambiamento che parte dal corpo vivo del settore, vengono ora messe a sistema e articolate da autorevoli personalità provenienti da rappresentanti di università pubbliche, del Cnr, del Gruppo Nazionale di Studio Nidi – Infanzia e dell’Ufficio Scolastico Regionale.

Questo impianto, messo a punto dall’Assessora alla Persona, Scuola e Comunità Solidale Laura Baldassarre, delinea un nuovo sistema integrato tra educazione, istruzione, importanza del gioco, cura dei dettagli e relazioni tra pari, mettendo al centro un fondamentale fattor comune: l’abbattimento delle disuguaglianze”.