“Reddito cittadinanza, sgravi alle imprese da 5 a 18 mesi”. Questo il titolo de Il Sole 24 Ore a pagina 2. Gli incentivi per le aziende. Agevolazione piena se l’ingresso del beneficiario arriva attraverso i centri per l’impiego, altrimenti si divide con Agenzie per il lavoro ed enti formativi o bilaterali.

Le imprese entrano a pieno titolo nell’operazione reddito di cittadinanza – si legge sul quotidiano economico -. Lo sgravio di cinque mensilità per l’assunzione del beneficiario della misura (sei mensilità se è donna o disoccupato da oltre 24 mesi) diventa una sorta di soglia minima di incentivo ai datori. Nell’ultima ipotesi tecnica al vaglio del ministero del Lavoro l’impresa infatti può arrivare teoricamente a conquistare l’intero bottino di 18 mesi di reddito, sempre sotto forma di sgravio contributivo, qualora assuma il percettore stabilmente da subito attraverso un centro per l’impiego. Dovrà invece dividere la dote con agenzie per il lavoro (Apl) ed enti di formazione o bilaterali nel caso in cui l’assunzione passasse attraverso questi canali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here