“Il no vince solo in Centro e ai Parioli”, è l’apertura del Corriere di Roma. La Capitale dice sì al referendum con il 60%. Affluenza più bassa (44%) della media italiana. Il consenso è in linea con il risultato nazionale. Questa mattina inizia lo scrutinio peri sindaci di 36 Comuni.

Il dato della Capitale – si legge nella prima pagina del quotidiano – è in linea con quello nazionale: vince il sì con il 60 per cento, sebbene l’affluenza sia inferiore alla media del Paese (il 44 per cento contro il 53,8). Il Municipio capofila della partecipazione è l’VIII, riconquistato alla sinistra nel giugno 2018 da Amedeo Ciaccheri (Liberare Roma). E però anche qui prevale il sì, che raggiunge il picco assoluto nel VI (Municipio delle Torri) dove alle comunali del 2016 Raggi sbancò al secondo turno con il 79 per cento. Gli unici due parlamentini in controtendenza sono il I e il II: le storiche roccaforti rosse premiano il no lanciando un messaggio di dissenso alla Raggi, che sui social esulta per la vittoria, e dissociandosi dalla linea del partito in asse con il M5S.

 

A pagina 2: “Referendum, vince il sì da Ostia alle periferie. «No» in Centro e Parioli”. Sei cittadini su dieci hanno scelto il taglio dei parlamentari. La sindaca Raggi esulta: dalle borgate voglia di cambiamento.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here