“Esprimo tutta la  mia solidarietà alla consigliera comunale di Anzio, Lina Giannino vittima di una gravissima intimidazione. Sono certo che il suo impegno per la legalità non arretrerà. Cosi come sono certo che tutta la comunità saprà stringersi  attorno alla consigliera Giannino nella consapevolezza che chi osa colpire un rappresentante dei cittadini ferisce la democrazia rappresentativa.

Il territorio di Anzio, Nettuno ed Ardea è da decenni interessato dal radicamento delle mafie, tra queste organizzazioni spicca la ‘ndrangheta con la locale dei Gallace e  la presenza di una “cellula” dei Bellocco di Rosarno di cui alcuni importanti esponenti residenti nel litorale romano sono coinvolti nell’inchiesta sul narcotraffico  “Magma” della Dda di Reggio Calabria.

Negli ultimi tre anni sono numerosi gli attentati e le intimidazioni: due hanno colpito persino la Guardia di Finanza e la Polizia di Stato, otto amministratori e consiglieri  e funzionari comunali, sette ad attività commerciali ed imprenditoriali.

In questo contesto nulla può essere sottovalutato e siamo fiduciosi che la risposta dello Stato continuerà ad essere robusta così come lo è stata in questi anni”.

 

Lo dichiara Gianpiero Cioffredi, Presidente dell’Osservatorio per la Sicurezza e la Legalità della Regione Lazio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here