“Radicare, soprattutto tra i giovani, la cultura della prevenzione e della sicurezza nonché far comprendere l’importanza delle singole scelte e comportamenti, ridando forza alle regole, alla conoscenza, alla programmazione e alla partecipazione. È questo il fine della prima giornata sull’alfabetizzazione sismica della Regione Lazio organizzata oggi ad Amatrice, con la presenza di 330 studenti e, in contemporanea, in altre 4 scuole delle province regionali”. Così in una nota Claudio Di Berardino assessore al Lavoro, Scuola, Formazione e Politiche per la ricostruzione della Regione Lazio.

“Presso l’istituto Sergio Marchionne di San Cipriano di Amatrice abbiamo ascoltato gli interventi dei massimi esperti nazionali in tema di terremoti, ognuno dei quali ha lasciato un importante insegnamento – prosegue l’assessore regionale -. Non è stata una scelta banale quella di aver organizzato questa giornata nel cuore del sisma del 2016. A tre anni dal tremendo terremoto la paura non è ancora passata. Ma proprio per questo è fondamentale parlare di prevenzione e spiegare i giusti comportamenti da tenere per la sicurezza dei singoli e dei nuclei familiari affinché le comunità di questo territorio possano guardare al futuro con maggiore consapevolezza e fiducia. Siamo la prima e unica Regione ad aver istituito per legge la giornata sull’alfabetizzazione sismica, un traguardo raggiunto da tutte le parti politiche unite da un comune senso di responsabilità nei confronti del territorio e dei i cittadini. Come prossima azione chiederemo all’ufficio scolastico regionale di prevedere delle ore di lezione dedicate alla conoscenza del fenomeno sismico affinché quella dell’alfabetizzazione divenga patrimonio di conoscenza di tutti gli studenti del Lazio”, conclude Di Berardino.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here