“L’interruzione dei servizi che si sta registrando a danno dei cittadini nel distretto socio-sanitario di Cerveteri-Ladispoli non è imputabile alla Regione Lazio. Nel 2018 i fondi destinati ammontavano a 899.000 euro e sono saliti a 1.007.134 nel 2019. Si tratta di un aumento considerevole di circa 110.000 euro deciso per potenziare le prestazioni. Queste risorse sono state già assegnate e trasferite. Inoltre, sempre nell’ottica di garantire livelli di assistenza ancora più efficienti sul territorio, sono stati destinati 50.000 euro per assumere personale dedicato all’Ufficio di Piano e 36.827 euro per sostenere le attività dei Pua, i Punti unici di accesso. L’attuale situazione è stata monitorata in diversi incontri insieme ai rappresentanti di Cerveteri e di Ladispoli in uno spirito di collaborazione istituzionale. Questo è avvenuto con la chiara volontà di superare ostacoli conseguenza di scelte gestionali in capo ai Comuni ai quali è stata fornita anche assistenza tecnica per migliorare la gestione associata del distretto”. Così l’assessore alle Politiche sociali, Welfare ed Enti locali della Regione Lazio, Alessandra Troncarelli, replica alle dichiarazioni della consigliere regionale Chiara Colosimo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here