“Roma affoga tra i rifiuti e il rischio di un disastro sanitario si fa sempre più concreto.
I cassonetti perennemente stracolmi, le strade sporche e il degrado ambientale sono oramai tratti caratteristici di una città totalmente abbandonata al proprio destino da un’Amministrazione incapace, inconcludente e inerte.
Soltanto ieri, oltre 2000 tonnellate di rifiuti non sono stati raccolte. Tanti, troppi.
L’assessora Alfonsi ha dichiarato che, in una settimana, ripristineranno la normalità. Una dichiarazione dal suono nefasto, dal momento che la normalità ai tempi di Gualtieri è sempre stata questa: degrado, sporcizia e totale mancanza di visione sul ciclo dei rifiuti.
Anzichè continuare a coltivare l’ossessione per l’inceneritore, il sindaco dem pensi a risolvere il problema dei rifiuti adottando un approccio più ecosostenibile e rispettoso della salute dei cittadini.
Le alternative ci sono, ciò che manca è la volontà di attuarle e l’umiltà di ascoltare le proposte di chi, come noi, se ne sta facendo portavoce su Roma”.

Lo dichiara, in una nota, il vicepresidente della Commissione Ambiente e consigliere capitolino M5S Daniele Diaco.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here