Si terrà lunedì 21 dicembre in diretta streaming la seduta di giuria in cui verrà resa pubblica la graduatoria dei progetti, e i relativi nominativi dei progettisti, partecipanti alla seconda fase dei concorsi indetti da Roma Capitale lo scorso settembre per il Polo Civico Flaminio e il Mercato rionale San Giovanni di Dio.

La seduta per il Mercato rionale si svolgerà alle ore 9 e potrà essere seguita in diretta all’indirizzo:https://teams.microsoft.com/l/meetup-join/19%3ameeting_ZTEzNmExZDctNTc2Yy00Mzc5LTkzMDQtMjc0OTE0MGQ3MzQy%40thread.v2/0?context=%7b%22Tid%22%3a%2259f215f1-fcd5-4fc6-aa3d-80fd31ed59b6%22%2c%22Oid%22%3a%223af8fb01-1afb-4216-80a7-09536c3567b6%22%7d

La seduta per il Polo civico si svolgerà alle ore 11 e potrà essere seguita in diretta all’indirizzo: https://teams.microsoft.com/l/meetup-join/19%3ameeting_ZTEzNmExZDctNTc2Yy00Mzc5LTkzMDQtMjc0OTE0MGQ3MzQy%40thread.v2/0?context=%7b%22Tid%22%3a%2259f215f1-fcd5-4fc6-aa3d-80fd31ed59b6%22%2c%22Oid%22%3a%223af8fb01-1afb-4216-80a7-09536c3567b6%22%7d

Il progetto per il Nuovo Polo civico deve mirare alla creazione di nuovi spazi pubblici, diversificati ma integrati all’interno della trasformazione dell’area ex Caserma di via Guido Reni. Sarà realizzato un nuovo sistema di riferimento pubblico della città, una polarità aperta e disponibile per la cittadinanza grazie alla realizzazione di una nuova biblioteca e una “Casa del Quartiere”, quale spazio di incontro e di aggregazione con funzioni plurime per il quartiere e la città intera. L’obiettivo è quello di definire una infrastruttura culturale locale fruibile lungo tutto l’arco della giornata, un luogo che aiuti a riconnettere parti di quartiere, aggregare persone, fortificare il tessuto associativo e rafforzare l’accesso alla cultura, alla socialità e alla solidarietà.

Il progetto per il nuovo mercato, invece, mira alla costruzione di un’opera pubblica di grande importanza, che sappia assumere il ruolo di centralità del quartiere ampliando il ruolo fondamentale che il mercato ha nella interazione con il contesto urbano. Al progetto si chiede di interpretare la funzione aggregativa della piazza, proponendo una nuova tipologia di mercato rionale che possa essere un luogo della città e non solo una struttura specializzata. Un luogo in cui sia possibile svolgere altre attività, non solo connesse alla commercializzazione, uno spazio che la comunità locale possa abitare anche al di fuori dell’orario dell’apertura del mercato stesso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here