L’Associazione Culturale Itinera ha comunicato il programma delle attività culturali per il mese di giugno. Di seguito il calendario degli appuntamenti.

Tutte le visite sono a prenotazione obbligatoria su info@itinera.biz

www.itinera.biz per il programma completo (visite, viaggi culturali, gite)

 

Sabato 5, ore 08.50
IL CONVENTO E LA CHIESA DI TRINITÀ DEI MONTI. Viaggio all’interno delle preziose sale del convento dove potremo scoprire il chiostro, pitture anamorfiche, la cappella Mater admirabilis, un astrolabio e il refettorio affrescato da P. Pozzo. La scenografica chiesa del ‘500 che conserva importanti opere pittoriche, è caratterizzata da una scalinata a doppia rampa, ideazione nel 1587 di Domenico Fontana.App. in piazza Trinità dei Monti, presso l’obelisco. Ingresso + visita € 18,00.
prenotazione entro venerdi 28 maggio

 

Domenica 6, ore 10.00 (Dott. G. Marone)
L’ACQUA MARCIA PRESSO IL CASALE DI ROMA VECCHIA. La passeggiata archeologica, all’interno del Parco degli Acquedotti, segue in direzione delle Capannelle le arcate degli acquedotti Marcio e Claudio, dei quali si può bene ammirare la tecnica costruttiva degli spechi. Nel percorso si incontra il medievale Casale di Roma Vecchia con resti di vestigia antiche.
App. in piazza Aruleno Cello Sabino, davanti alla chiesa di S. Policarpo. Contributo € 7,50.

 

Domenica 6, ore 17.00 (Dott.ssa E. Zappacosta)
IL RIONE MONTI. Scoprire Monti significa, non solo fare una gradevole passeggiata fra le vie caratteristiche di uno dei rioni più belli e ricchi di Roma, ma anche fare un viaggio nella storia, dall’epoca romana in cui questa zona era la Suburra, quartiere popoloso e malfamato, passando per le torri del medioevo e, infine, raggiungendo i luoghi legati a storie e leggende di personaggi che hanno abitato il quartiere tra Cinquecento e Ottocento (i Borgia, il Marchese del Grillo).
App. in largo Magnanapoli, angolo via Panisperna. Contributo € 7,50.

 

Sabato 12, ore 10.00 (Dott. G. Marone)
VIA APPIA ANTICA (VI miglio). Passeggiata lungo la più spettacolare delle antiche strade romane, tra rovine di tombe, mausolei e templi: in particolare sono ancora visibili, lungo questo tratto, il mausoleo di Septimia Galla, i resti di un impianto termale ed il mausoleo circolare detto di Casal Rotondo.
App. in via del Casal Rotondo, angolo via Appia Antica. Contributo € 7,50.

 

Sabato 12, ore 17.00 (Dott.ssa L. Falconi)
IL ROSETO COMUNALE. Nello splendido scenario tra Aventino e Circo Massimo, un luogo suggestivo dove abili botanici curano la riproduzione delle più svariate qualità di rose. Dai fiori tradizionali italiani, a quelli provenienti da vari paesi del mondo e alle nuove specie frutto di audaci innesti.
App. in piazzale Ugo La Malfa, angolo via di Valle Murcia. Contributo € 7,50.

 

 

Domenica 13 (Dott. G. Marone)

ALATRI E FERENTINO. Alatri, antico centro degli Ernici, famosa per le antiche mura ciclopiche che difendono la città e, all’interno, il colle dell’Acropoli, cui si accede da due porte ben conservate; da ammirare la chiesa romanica di S. Maria Maggiore. Ferentino antica cittadina dal caratteristico aspetto medievale, con il Duomo romanico e la chiesa di S. Maria Maggiore dalle forme gotico cistercensi, conserva il ricordo del periodo preromano con le antiche imponenti mura ciclopiche con torri e porte.
App. ore 7:00 in piazzale Appio, angolo via Magna Grecia (accanto Magazzini Coin). Rientro alle ore 14:00 circa. Contributo € 35,00 (bus GT + visite).                            prenotazione entro giovedi 10

 

Domenica 13, ore 16.30 (Arch. M. Eichberg)
S. LORENZO FUORI LE MURA. La splendida chiesa del VI secolo sorta accanto alla maggiore fra le basiliche cemeteriali costantiniane (oggi del tutto scomparsa). Il singolare “raddoppio” della navata del restauro medievale, il matroneo e i preziosi mosaici dell’arcone ne fanno un unicum dell’architettura religiosa romana.
App. in piazzale del Verano 3. Contributo € 7,50 + offerta € 2,50.

 

Sabato 19, ore 10.00 (Dott. B. Mazzotta)
LE CISTERNE IDRAULICHE DELLA CAFFARELLA. Una suggestiva e inedita passeggiata archeologico-naturalistica, ci porterà alla scoperta di alcune cisterne idrauliche della Valle della Caffarella databili alla Roma imperiale. Occasione unica per visitare l’interno della monumentale cisterna di via Centuripe e ammirare le due grandi navate, per proseguire alla scoperta di altre conserve d’acqua: la cisterna circolare detta “il girolo”, quella trasformata in fienile dai Torlonia e, infine, con la cisterna-ninfeo.
App. in via Centuripe, angolo via Lidia. Contributo € 7,50.

 

Domenica 20, ore 16.30 (Dott.ssa L. Falconi)
S. PRASSEDE. La splendida chiesa paleocristiana, ricostruita nel IX secolo a somiglianza della basilica di S. Pietro e restaurata nel ‘500 da S. Carlo Borromeo. I mosaici dell’abside e della preziosa cappella di S. Zenone e i resti di affreschi medievali, ne fanno un gioiello dell’arte medievale.
App. in via S. Martino ai Monti 28, davanti alla chiesa. Contributo € 7,50 + offerta € 2,50.

 

Sabato 26, ore 10.00 (Dott. B. Mazzotta)
I SOTTERRANEI DI S. CRISOGONO. Un percorso sotterraneo nelle viscere della chiesa di S. Crisogono alla scoperta di testimonianze archeologiche romane e paleocristiane (affreschi, sarcofagi, iscrizioni). I resti di una casa del II e del III secolo d.C., divenuta poi titulus e la sua trasformazione in chiesa alla metà del IV d.C.
App. in piazza S. Sonnino, davanti alla chiesa. Contributo € 7,50 + ingresso € 3,00.

 

Domenica 27, ore 10.00 (Dott.ssa E. Scalia)
IL CASINO MASSIMO. La più importante testimonianza, nella Roma dell’800, dell’attività artistica dei Nazareni, i pittori germanici che si ispiravano alla pittura italiana del primo Rinascimento. La decorazione della casina della cinquecentesca Villa Giustiniani presso il Laterano che presenta i prospetti arricchiti da sculture antiche e decorazioni in stucco. Gli affreschi delle sale del pianterreno su temi tratti da Dante, Ariosto e Tasso.
App. in via Matteo Maria Boiardo 16. Contributo € 7,50.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here