La scorsa notte si è conclusa una due giorni di serrati controlli ad opera dei Carabinieri della Compagnia Roma Piazza Dante, unitamente ai colleghi del Nucleo Radiomobile di Roma e dell’8° Reggimento “Lazio”, nella zona di via di Portonaccio teatro recentemente di gravi fatti di cronaca, prevenendo condotte pericolose, illegali o che, comunque, possano pregiudicare il regolare svolgimento delle serate o degli eventi nei locali della zona. Eseguiti accertamenti specifici anche in un noto locale notturno della zona, dove sono state riscontrate violazioni amministrative.
Complessivamente, i Carabinieri hanno arrestato 4 persone e ne hanno denunciate altre 7, sequestrando anche diverse decine di dosi di sostanze stupefacenti.

Tre cittadini stranieri, un 28enne del Marocco e due 23enni del Gambia, tutti senza fissa dimora e con precedenti, sono stati arrestati perché sorpresi a cedere dosi di hashish e marijuana ad alcuni giovani, identificati e segnalati alla Prefettura, quali assuntori. In manette è finito anche un 31enne palestinese, in esecuzione di un’ordinanza di aggravamento della custodia cautelare in carcere, emessa dal Tribunale di Roma lo scorso 26 febbraio, a seguito delle segnalazioni, fornite dai Carabinieri, di reiterate inosservanze della pregressa misura cautelare del divieto di dimora nel comune di Roma, a cui era stato sottoposto per reati inerenti gli stupefacenti.

I Carabinieri hanno denunciato a piede libero 4 giovani romani, di età compresa tra i 18 e 23 anni, trovati in possesso di alcune dosi di droga, tra hashish e marijuana. Altre tre persone sono state denunciate a piede libero perché, fermate dai Carabinieri nel corso di posti di controllo alla circolazione stradale, sono state sorprese alla guida delle loro auto con un tasso alcolemico superiore ad 1,5 g/l.

I Carabinieri della Stazione Roma Casalbertone, con l’assistenza dei colleghi del Nucleo Ispettorato del Lavoro e del Nucleo Antisofisticazione e Sanità di Roma, hanno eseguito accertamenti anche all’interno di diverse attività commerciali e locali della zona. Il titolare di un noto locale in via di Portonaccio è stato sanzionato per un totale di 24.000 euro, perché i Carabinieri hanno accertato la presenza di 17 dipendenti, con contratto di lavoro intermittente, la cui chiamata non era stata regolarmente comunicata; lievi violazioni alle norme in materia di norme igienico sanitarie e di sicurezza dei dipendenti.
Nel corso dell’attività di controllo, i Carabinieri hanno identificato 280 persone ed eseguito accertamenti su 130 veicoli.