“Finalmente, a due giorni dalle scadenze previste, arriva l’incontro sul lavoro agile tra l’Amministrazione e i Sindacati.
Non essendoci alcun Assessore di riferimento sulle importanti tematiche legate al personale dell’Ente Locale più grande d’Italia, mi rivolgo direttamente ai membri della maggioranza Pd, invitandoli a non sprecare quanto di buono da noi prodotto negli ultimi due anni in tema di Smart Working e a seguire il percorso che avevamo già tracciato in maniera netta in vista di un’organizzazione del lavoro sempre più innovativa ed efficace.
Nell’incontro che si terrà oggi tra Amministrazione e organizzazioni sindacali per decidere sul lavoro agile post emergenza sanitaria, si colga l’opportunità di proseguire nella modalità semplificata fino a giugno e, nel frattempo, ci si adoperi per rendere il lavoro agile un’opzione strutturale di un’Amministrazione che si modernizza tanto nelle modalità di esercizio delle attività lavorative quanto negli strumenti tecnologici che possano supportarli. 

Decidere sul lavoro agile  solo nell’ultimo giorno utile rispetto alla scadenza dello stato emergenziale è sintomatico del fatto che la gestione delle tematiche legate ai dipendenti non sia una priorità politica della Giunta. In ogni caso, adesso è essenziale imboccare la direzione giusta e, a tal proposito, sono certo che l’incontro tra i sindacati che hanno a cuore il tema e la struttura amministrativa di Roma Capitale porterà ad una proroga, anche grazie al lavoro del Dipartimento Risorse Umane.
In vista di uno Smart Working strutturale dopo giugno, è necessario un nuovo orientamento culturale da parte di una politica che, ad oggi, ha mostrato di essere scarsamente attenta al tema in oggetto”.

Lo dichiara, in una nota stampa, il Capogruppo della Lista Civica Virginia Raggi Ecologia e Innovazione Antonio De Santis.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here