L’Associazione Culturale Itinera ha comunicato il programma delle attività culturali per il mese di gennaio. Di seguito il calendario degli appuntamenti.

Tutte le visite sono a prenotazione obbligatoria su info@itinera.biz

www.itinera.biz per il programma completo (visite, viaggi culturali, gite)

Sabato 9, ore 10.30 (Dott. B. Mazzotta) ROMA SUI COLLI CELIO E OPPIO. Passeggiata archeologica alla scoperta di quella parte della Roma antica che sorgeva su due dei colli più importanti della città. Dal Colle Celio, con l’Arco di Dolabella e le monumentali strutture dell’acquedotto e del ninfeo di Nerone, attraverso la valle dell’Anfiteatro, fino a raggiungere l’Oppio, dove le Terme di Traiano hanno obliterato uno dei padiglioni più suggestivi della casa di Nerone. App. in piazza della Navicella, angolo via di S. Stefano Rotondo. Contributo € 7,50.

 

Domenica 10, ore 10.30 (Dott. G. Marone) I PONTI DI ROMA ANTICA. Alla fine del mondo antico almeno otto ponti scavalcavano il Tevere all’interno dell’area urbana. Di questi almeno due sono ancora in uso, il Fabricius e il Cestius; di un terzo, l’Aemilius, sopravvivono i resti nel rifacimento rinascimentale; degli altri, andati perduti, se ne conosce l’ubicazione. Passeggiando sul lungotevere ne scopriremo le storie e le leggende. App. in via di Ponte Rotto, angolo lungotevere dei Pierleoni. Contributo € 7,50.

 

Giovedi 14 gennaio – ore 17:30 (Dott. B. MazzottaVISITA VIRTUALE: LIBIA II – LA CIRENAICA: LA PENTAPOLI GRECA. Gli splendidi siti archeologici della Cirenaica, regione della Libia sotto l’influenza dell’antica Grecia: la monumentale Cirene, colonia greca fondata nel 630 a.C.; Tolemaide nata forse da Tolomeo II nel III secolo a.C.; Apollonia, lo sbocco al mare di Cirene; Tocra il porto marittimo creato dai Greci, che entrò a far parte del Regno tolemaico d’Egitto; Berenice, l’attuale Bengasi, che nel 246 a.C. prese nome dalla moglie di Tolomeo III. Contributo € 8,00. Info http://www.itinera.biz/visite%20virtuali.htm

 

Domenica 17, ore 10.30 (Dott.ssa G. Squilloni) I PALAZZI DEL POTERE. Un caratteristico itinerario ci porterà, tra storia, aneddoti e curiosità, alla scoperta dei luoghi del “potere”. Da Palazzo Madama (sede del Senato) che prende nome da Margherita d’Austria, a Palazzo Montecitorio (sede del Parlamento) con la facciata progettata dal Bernini, per terminare con Palazzo Chigi (sede della Presidenza del Consiglio dei Ministri) dalla severa architettura tardo cinquecentesca. App. in corso Rinascimento, angolo piazza Madama. Contributo € 7,50.

 

Giovedi 21, ore 15.30 (Arch. M. Eichberg) LA CITTÀ UNIVERSITARIA. Il complesso, sorto negli anni ’30 su disegno di Marcello Piacentini, conserva, accanto ad architetture di stampo classicista, alcuni edifici profondamente innovatori, opera di Pagano, Ponti, Michelucci etc. Visiteremo la Cappella a pianta centrale e l’Aula Magna del Rettorato dove si trova l’affresco di circa 100 mq L’Italia tra le Arti e le Scienze di Mario Sironi, il più celebre esponente della pittura del movimento del Novecento. App. in piazzale Aldo Moro, all’ingresso dell’Università. Ingresso € 5,00 + contributo € 7,50.

 

Giovedi 21 gennaio – ore 17:30 (Dott. G. Marone). VISITA VIRTUALE: L’ATENE DI PERICLE. Pericle, politico ateniese, ha impresso un impulso formidabile alle attività edilizie della sua città tra il 461 e il 429 a.C., avendo come fine quello di darle un volto “imperiale” degno del ruolo che Atene stava assumendo in Grecia e nel Mediterraneo. Fulcro della sua politica edilizia è l’Acropoli dove si serve dei migliori architetti del tempo e della maestria del grande scultore Fidia. Analizzeremo l’età d’oro di Atene attraverso i suoi principali monumenti. Contributo € 8,00. Info http://www.itinera.biz/visite%20virtuali.htm

 

Sabato 23, ore 10.30 (Dott.ssa E. Scalia) S. ANDREA AL QUIRINALE. Edificata tra il 1658 e il 1678 è uno dei capolavori architettonici di Bernini. L’interno dalla suggestiva pianta ellittica, definito “la perla del Barocco”, è un gioco di luci e ombre che prelude al Rococò, impreziosito dalla cupola decorata da Antonio Raggi e dai dipinti di Andrea Pozzo, Carlo Maratta e Baciccia. App. in via del Quirinale 29, davanti alla chiesa. Contributo € 7,50 + offerta € 2,50.

 

Domenica 24, ore 10.00 (Dott.ssa E. Scalia) IL MUSEO NAPOLEONICO. Un piccolo prezioso gioiello espositivo che ospita, all’interno del cinquecentesco Palazzo Primoli, cimeli napoleonici, memorie familiari, opere d’arte, suppellettili collezionate dal Conte Giuseppe Primoli imparentato, per parte femminile, ai Bonaparte. App. in via Zanardelli 1. Ingresso gratuito. Contributo € 7,50 + auricolari € 2,50.

 

Domenica 24, ore 16.00 (Dott.ssa L. Falconi) UN TÈ TRA I CAPOLAVORI DELLA COLLEZIONE TERRUZZI. Elegante occasione di sorseggiare un tè ammirando la collezione di quadri del magnate Terruzzi. all’interno dei suggestivi saloni dell’hotel Cavalieri dell’Hilton. Avremo la possibilità di godere di capolavori come uno splendido trittico del Tiepolo e molto altro in una visita davvero inusuale. Lontano dalle stanze dei musei una collezione straordinaria di opere selezionate. App. in via A. Cadlolo 101. Consumazione obbligatoria + visita € 20,00.

 

Giovedi 28 gennaio – ore 17:30 (Dott.ssa E. Scalia) VISITA VIRTUALE: TIZIANO PITTORE DELLA SERENISSIMA. Approfondiremo la figura e le splendide opere di questo grande artista del ‘500, che con la sua pittura ha contribuito ad affermare il forte valore artistico dell’arte italiana e in particolare di quella veneta, nel mondo. Uno dei maggiori esponenti del Rinascimento veneto venne nominato Pittore ufficiale della Serenissima, e decise di non recidere mai il suo legame con Venezia, rifiutando addirittura l’invito a Roma da parte di papa Leone X. Contributo € 8,00. Info http://www.itinera.biz/visite%20virtuali.htm

 

Sabato 30, ore 10.30 (Dott. B. Mazzotta) IL PORTO FLUVIALE DI TESTACCIO. Un’inedita visita ci condurrà alla scoperta dell’antico porto fluviale di età romana costruito nel 193 a.C. e riportato in luce negli ultimi decenni del secolo scorso. Visteremo i resti monumentali della Porticus Aemilia e scenderemo sulle sponde del fiume per visitare le banchine, gli ormeggi, i magazzini del grande porto fluviale della Roma antica. La storia degli approvvigionamenti della città. App. in piazza S. Maria Liberatrice, angolo via Rubattino. Contributo € 7,50.

 

Domenica 31, ore 10.30 (Dott. G. Marone) L’ANTICA VIA CELIMONTANA. Seguiremo l’antica via Celimontana a partire dall’arco di Dolabella, nei pressi di S. Maria in Navicella, ancora perfettamente conservata nel tracciato originario oggi percorso dalle vie S. Stefano Rotondo, D. Fontana e via Statilia per arrivare sull’Esquilino a Porta Maggiore. Lungo il percorso sono visibili antiche vestigia di tombe, acquedotti, obelischi e mitrei. App. in piazza della Navicella 10, davanti alla chiesa. Contributo € 7,50.

 

Domenica 31, ore 16.00 (Dott.ssa E. Zappacosta) S. SABA. La chiesa medievale del Piccolo Aventino ha mantenuto, pressoché integro, il suo aspetto originario con la decorazione ad affresco, la cripta semianulare e parte dell’arredo cosmatesco. Al suo interno importanti reperti altomedievali ed antichi affreschi staccati dal sottostante oratorio. App. in via di S. Saba, davanti alla chiesa. Contributo € 7,50 + offerta € 2,50.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here