“I primi disastrosi effetti della messa in liquidazione di Roma Metropolitane cominciano a palesarsi con il blocco della metro C e il forte rischio che la stazione di Piazza Venezia non vedrà mai la luce così come una delle due talpe che verrà interrata e da lì non si potrà più tornare indietro. Se sul progetto della linea C a piazza Venezia verrà messa una pietra tombale non ci sarà una seconda possibilità. L’unica ipotesi sarebbe quella di andare nel verso opposto, da piazzale Clodio verso il centro, perché il tunnel, per il momento quello sul binario dispari, risulta ostruito dalla macchina di scavo. Un extra costo rispetto al piano originario di circa 20 milioni di euro che ricadranno sulle finanze già dissestate della Capitale. E di questo e altri disastri dobbiamo ringraziare l’Amministrazione. Rilanciamo un ultimo appello al Governo e al ministro dei trasporti ad intervenire per scongiurare il blocco dei lavori della nuova linea metro ed evitare che la talpa soprannominata Filippa faccia compagnia ai reperti archeologici dei Fori Imperiali”. Cosi in una nota Davide Bordoni coordinatore di Forza Italia in Campidoglio e capogruppo nell’Assemblea Capitolina

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here