“La Raggi dimostri di essere dalla parte dei lavoratori. In tempi di emergenza, quando le Istituzioni dovrebbero essere dalla parte di chi paga i costi delle crisi, il Comune di Roma annuncia assunzioni in AMA ma poi nei fatti permette licenziamenti; è il caso dei 270 lavoratori dell’azienda Roma Multiservizi, impegnati nella raccolta dei rifiuti per le utenze non domestiche”. Lo afferma il consigliere capitolino della Lega Davide Bordoni.

“Ad oggi Ama resta senza programmazione, senza una linea su investimenti di mezzi e impianti e senza assunzioni – prosegue Bordoni -. Non dimentichiamoci che in molti Municipi si sta facendo retromarcia anche nel porta a porta per complessità urbanistiche e gestionali. Scelte che non comprendiamo alla luce del fatto che la raccolta dei rifiuti a Roma tra bar e ristoranti tornerà presto ai livelli pre-lockdown, ma si trattano i lavoratori della Multiservizi come esuberi. La Raggi si dia da fare per un piano assunzioni che rispecchi le esigenze della città e tuteli gli interessi dei lavoratori, non c’è più tempo da perdere, servono risposte chiare ai dipendenti, ai sindacati e all’Assemblea capitolina”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here