“Poveri da Covid. Reddito cittadinanza, domande in aumento”. Così apre la sua edizione odierna l’edizione romana de La Repubblica. Mappa dei sussidi: 140 mila persone vivono con meno di 500 euro al mese Soprattutto in periferia. “Destinate a salire”. E i contagi tornano a crescere.

A pagina 3: “Sos nuove povertà. In 140 mila col sussidio: “Domande in aumento””

“Sono 137.280, le persone che nella provincia di Roma e, soprattutto, nelle periferie lungo la fascia est a ridosso del Raccordo, vivono con il reddito di cittadinanza – si legge nell’articolo di Salvatore Giuffrida -. In totale sono 60.144 i nuclei familiari che un anno fa hanno fatto la domanda che nei mesi scorsi è stata accolta dall’Inps. È un dato preoccupante che la dice lunga sul quadro di povertà e indigenza che emerge in questi giorni: almeno il 3% dei romani vive con il reddito di cittadinanza, in media 493 euro al mese. In altri termini, in aree come Tufello, Ostia o Tor Bella Monaca, ci sono famiglie che vivono con 16 euro al giorno e hanno difficoltà ad andare al supermercato e pagare le bollette, per non dire di una spesa imprevista. E senza l’assegno non potrebbero neanche affrontare le spese vive (…)”. 

Il quotidiano ha raccolto il parere del professore Salvatore Monni, docente di Economia dello sviluppo a Roma Tre ed esponente del team di economisti “Mappa Roma” che da anni studia l’evoluzione sociale ed economica della capitale: “Le domande potrebbero aumentare del 15%”, soprattutto fra i residenti delle case popolari. “In queste aree il disagio era già molto forte prima del Covid — spiega lo studioso — ma ora la situazione è peggiorata e le conseguenze si vedranno nei prossimi mesi”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here