L’edizione romana de La Repubblica stamattina apre titolando: “Tavolini selvaggi”. Consiglio di Stato: a pranzo sulle strisce blu. “Colpa del Comune, mancano le regole”. Blitz anti abusivi dei vigili in via Tor Millina. Ma Roma resta sempre la “regina del turismo”.

A pagina 2: “Tavoli sulle strisce blu vittoria dei ristoratori. In Centro cresce il caos”. Il consiglio di Stato ha accolto il ricorso di un locale di Trastevere. E i vigili liberano la strada occupata abusivamente a Tor Millina.

I tavolini di bar e pizzerie possono essere piazzati in tutta tranquillità sulle strisce blu. Così ha deciso il Consiglio di Stato, che con una sentenza ha definitivamente ribaltato a favore dei ristoratori la battaglia per i posteggi disegnati sulla carreggiata delle viuzze e dei vicoli del centro storico – si legge sul quotidiano -. La svolta parte da Trastevere e dal ricorso di una trattoria di via San Francesco a Ripa. Bocciato in prima battuta dal Tar del Lazio, è stato poi accolto in appello dai giudici di palazzo Spada lo scorso venerdì: “Nelle aree di sosta a tariffazione obbligatoria su viabilità locale — scrivono i magistrati della quinta sezione — non vige un divieto assoluto di concessione di occupazione di suolo pubblico». Di fatto non ci sono regole, perché il Campidoglio le ha scritte soltanto per la «viabilità principale” (…)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here