il presidente della Confesercenti Valter Giammaria traccia un primo bilancio dei soldi estivi in un’intervista rilasciata al Corriere di Roma: “Il bilancio è negativo – spiega -. Facendo il paragone con il 2018, già di crisi, quest’anno si registra un 15-20% in meno di fatturato. Ogni famiglia avrà speso al massimo 150-200 euro. Va ripensata tutta la politica del commercio, e vanno sostenuti i negozi di vicinato. A Roma oggi ci sono 10mila locali commerciali chiusi, che non vengono affittati perfino nelle strade principali, come viale Marconi, via Nazionale, via Tuscolana o via Tiburtina. Chi governa si deve porre questo problema”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here