L’ottimismo dei commercianti appare ingiustificato e rischia di scontrarsi con una realtà ben più amara. Lo afferma il Codacons, commentando le previsioni di Confcommercio sull’andamento delle vendite a Roma durante i saldi estivi.

“Le nostre stime sugli sconti di fine stagione sono meno positive di quelle di Confcommercio
– spiega il presidente Carlo Rienzi – A Roma, dopo i primi giorni di promozioni in cui si registreranno le consuete code davanti le boutique d’alta moda e gli outlet, l’andamento dei saldi sul lungo periodo sarà in linea con quello scorso anno, e non si prevede alcuna impennata delle vendite. A spingere il commercio saranno in prevalenza i turisti stranieri presenti in questo periodo nella capitale – in testa russi, giapponesi e cinesi – che affolleranno i negozi d’alta moda del centro storico e gli outlet dislocati sul territorio”.

“Da parte dei romani, invece, si prevede un comportamento teso alla prudenza: molti consumatori il prossimo weekend preferiranno recarsi al mare, e chi deciderà di dedicarsi allo shopping si limiterà a guardare le vetrine e confrontare i prezzi vagliando gli acquisti futuri, che in ogni caso saranno in linea con quelli registrati nel 2018”, conclude il presidente Codacons.