“Abbiamo presentato un’interrogazione al ministro della Salute Roberto Speranza per chiedere una rapida approvazione del nuovo Piano Oncologico Nazionale, e per sapere quali iniziative il governo intenda mettere in campo per renderlo coerente con il Piano Cancro Europeo”.

Lo dichiara Elena Carnevali, capogruppo Pd in commissione Affari sociali della Camera.

“La settimana scorsa – prosegue l’esponente dem – si è svolta la giornata nazionale del malato oncologico promossa dalla FAVO (Federazione italiana delle Associazioni di Volontariato in Oncologia) in cui è stato presentato il 14° Rapporto sulla condizione assistenziale dei malati oncologici e lanciato un piano straordinario di recupero per l’oncologia post pandemia. L’adozione del nuovo Piano Oncologico Nazionale (PON) rappresenta una priorità, poiché anche la Commissione europea stima che, purtroppo, tra poco più di un decennio il cancro sarà la prima causa di morte”.

“Dopo anni di definanziamento del Fondo sanitario nazionale, negli ultimi due anni sono stati stanziati circa 10 miliardi di euro che permettono di realizzare un processo di riforma del sistema salute e dell’assistenza territoriale. Purtroppo però ancora molto resta da fare per colmare gli attuali gap di screening, cure e assistenza e reti regionali efficaci, e accesso alle terapie innovative.  Si impone dunque – conclude Carnevali – la necessità, in ragione dei numeri e della specificità della malattia oncologica, di definire con urgenza il nuovo Piano oncologico, anche perché quello precedente è scaduto ormai nel 2016”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here