“Mi sono recato all’istituto Largo Brodolini dove nella notte è comparsa la grave scritta di odio razziale, già cancellata dalla dirigenza scolastica. Proprio per oggi la scuola aveva organizzato un incontro dedicato alla memoria, che giustamente è stato confermato e che ha acquistato un significato ancora più forte, una più forte presa di posizione della scuola come luogo di trasmissione e difesa dei valori e dell’identità della nostra democrazia. Agli studenti ho espresso l’apprezzamento per la loro numerosa presenza e sentita partecipazione, vero antidoto al ritorno di forme di razzismo e odio. Da parte nostra, come istituzione, siamo sempre più determinati nel portare avanti nelle scuole i programmi sulla memoria. Il 5, 6 e 7 aprile saremo con 500 studenti del Lazio a Auschwitz, e in occasione del 25 aprile organizzeremo nelle scuole una Notte Bianca della Costituzione per parlare dei valori fondanti e delle grandi conquiste di libertà del nostro paese”.

Cosi in una nota Claudio Di Berardino assessore al Lavoro, Scuola e Formazione della Regione Lazio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here