Nuove opportunità di lavoro in vista dal mondo della Scuola. Il Sole 24 Ore stamattina titola: “A febbraio tre concorsi per 64mila prof”. Il reclutamento degli insegnanti. Entro fine 2020 atteso anche il bando per reclutare circa 5mila insegnanti di religione. La ministra Azzolina: avvierò una ricognizione sui posti liberi per i prossimi 10 anni. (….)

Con la nomina di Lucia Azzolina (M5S) come nuova responsabile dell’Istruzione – si legge sul quotidiano economico -, la macchina dei concorsi nella scuola rientra in pista. Con l’obiettivo di portare al traguardo entro febbraio almeno tre dei quattro bandi in stand-by da mesi. Per un totale di 62-64mila posti da insegnante. A cui ne dovrebbero seguire, entro l’anno, altri 5mila per i prof di religione. Con tempi e modalità diverse. Ma con un denominatore comune: “I concorsi verranno banditi solo dove ci sono posti vacanti e disponibili”, come la neoministra spiega al Sole 24 Ore del Lunedì. Una precisazione rilevante in un Paese che presenta “al Nord graduatorie già esaurite da anni e al Sud invece ancora stracolme”. (…)

Le iniziative che la ministra ha in mente non si esauriscono con i concorsi. Ad esempio, per il sostegno – che quest’anno ha visto oltre 10mila posti scoperti – in arrivo c’è il V ciclo dei tirocini formativi attivi, che dovrebbe contare su 21mila posti ed essere aperto anche agli idonei del IV ciclo. E poi, più in generale, la ministra punta a “programmare le assunzioni dei prossimi dieci anni. Per farlo – aggiunge – dovremo partire dal sapere quante persone andranno in pensione, in che regione, in quali province e su quali cattedre”. 

Il quotidiano riporta in una tabella i bandi in cantiere:

1) INFANZIA E PRIMARIA

Il primo bando in arrivo
La prima selezione a cattedra ad arrivare sarà quella per infanzia e primaria. In totale, il bando dovrebbe mettere a disposizione 13-15 mila posti. E dovrebbe essere articolato in una prova preselettiva (solo nelle regioni in cui ci sarà un numero elevato di domande), in uno scritto e in una prova orale.
13-15mila
Concorso ordinario per infanzia e primario

2) MEDIE E SUPERIORI, SELEZIONE STRAORDINARIA
Prove semplificate
La selezione straordinaria metterà in palio totale 24mila posti. È riservata ai precari con almeno tre anni di servizio maturati tra l’annoscolastico 2008/2009 e il 2019/20. La procedura è semplificata: niente preselezione, prova scritta a risposta multipla al Pc e orale per chi ottiene i 7/10.
24mila
Concorso ordinario per infanzia e primario

3) MEDIE E SUPERIORI, SELEZIONE ORDINARIA
Spazio ai neolaureati
Accanto al concorso straordinario, dovrebbe scattare quello ordinario, aperto quindi anche a tutti i laureati a patto di possedere i 24 crediti formativi (Cfu). Anche qui, a seconda del numero di domande, potrà esserci o meno una pre-selezione nelle singole regioni.
25mila
Concorso ordinario per medie e superiori.

4) INSEGNANTI DI RELIGIONE
Necessaria l’idoneità diocesana
Il quarto concorso in cantiere è volto a reclutare circa 5mila prof di religione (a 15 anni dall’ultima selezione). La selezione sarà regionale. Con una particolarità: per partecipare bisognerà avere l’idoneità diocesana rilasciata dal vescovo.
5mila
Concorso per insegnanti di religione

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here