L’Amministrazione Capitolina ha garantito l’inserimento della clausola sociale nella nuova gara d’appalto sulla refezione scolastica, con l’obiettivo di tutelare i livelli occupazionali ai sensi di legge e la continuità del servizio.

La gara, vigilata dall’Anac nel quadro rigoroso che questa Amministrazione ha voluto adottare in materia di appalti, è attualmente in fase di aggiudicazione, con avvio del servizio programmato a gennaio.

L’obiettivo prioritario dell’Amministrazione è quello di garantire la massima qualità dei cibi e del servizio rivolto agli alunni, un obiettivo legato a doppio filo con la tutela dei lavoratori del settore. A tal fine, si procederà a convocare le aziende vincitrici per porre in essere tutte le azioni di competenza per la salvaguardia della continuità del servizio e dei livelli occupazionali ai sensi di legge.

Inoltre l’Amministrazione, raccogliendo le istanze sindacali, ha richiesto all’Avvocatura Capitolina il parere relativo agli approfondimenti di natura tecnico legale previsti dall’accordo siglato a settembre, il cui esito si attende nelle prossime ore. L’iter procedurale è stato oggetto di un incontro tenutosi oggi presso il Dipartimento Scuola tra l’Assessorato alla Persona, Scuola e Comunità solidale di Roma Capitale e le sigle sindacali maggiormente rappresentative del settore.

E’ quanto comunica il campidoglio attraverso una nota.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here