“La politica scolastica dell’Amministrazione Gualtieri si fa sempre più criptica e incomprensibile.
L’ultima, in ordine di tempo, riguarda la volontà di prolungare, con decorrenza immediata, l’orario scolastico delle scuole dell’infanzia capitoline dalle 16:30 alle 17 nonostante l’evidente carenza d’organico di personale educativo e scolastico.
Un vero e proprio ‘atto d’imperio’ che tende a fare le nozze coi fichi secchi e che non tiene conto delle difficoltà conseguenti a una riorganizzazione così a breve termine e che ha sollevato le giuste polemiche da parte del corpo docenti e dei sindacati di settore che, a tal proposito, hanno richiesto con urgenza un incontro chiarificatore.
Senza una seria programmazione assunzionale e la disponibilità di nuove risorse con cui soddisfare le esigenze legate al prolungamento dell’orario scolastico, questa Amministrazione pretende l’impossibile e manca di rispetto al personale attualmente impegnato nelle scuole.
Chiediamo di chiarire, una volta per tutte, l’indirizzo di questa Amministrazione sul valore pubblico di un servizio che, proseguendo così, sembrerebbe avviarsi ad aprire  la strada al settore privato.
La soluzione ottimale, a nostro avviso, sarebbe quella di modificare il piano assunzionale attualmente vigente e di procedere con le assunzioni necessarie a una efficace copertura dell’orario scolastico mantenendo fermo il valore pubblico di un servizio fondamentale”.

Lo dichiara, in una nota stampa, il capogruppo della Lista Civica Virginia Raggi, Ecologia e Innovazione Antonio De Santis.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here