“L’Amministrazione capitolina ha il dovere di dare risposte per tempo e, soprattutto, certezze alle famiglie, alle insegnanti e alle educatrici che, a partire da settembre, saranno alle prese con la ripartenza dei nidi e delle scuole dell’infanzia capitoline.
A tal proposito restano ancora molti dubbi e interrogativi che dovranno essere chiariti, soprattutto per quel che concerne la prolungata fase di stallo sul fronte assunzioni e quindi l’assenza di un cronoprogramma certo e puntuale riguardo alle attività che dovranno essere svolte.
Preoccupa, inoltre, l’assenza di linee guida da parte della Regione Lazio che tarda a dare nuove indicazioni rispetto agli organici e alla loro relativa distribuzione nella fase post-pandemica.
Bisognerà, dunque, chiarire al piú presto se e quale forma di ‘organico potenziato’ vorrà essere adottato dall’Amministrazione.
Desta qualche preoccupazione la situazione del personale educativo e scolastico impiegato durante la pandemia, quando l’Amministrazione Raggi stipulò, con uno sforzo straordinario, circa 3.400 contratti per insegnanti ed educatrici il cui futuro professionale, adesso, va garantito con chiarezza.
Settembre si avvicina ed è necessario che l’Amministrazione a trazione Dem dica apertamente quale sarà il loro destino al momento della riapertura”.

Lo dichiara, in una nota, il capogruppo della Lista Civica Raggi Antonio De Santis.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here