“Siamo soddisfatti di aver contribuito migliorare il  decreto , in particolare per quanto riguarda la carta del docente e la riduzione dell’organico.
Il taglio della carta del docente, inizialmente previsto dal testo del governo, è stato scongiurato fino al 2024 grazie all’impegno di Italia Viva , da subito in prima linea in questa battaglia , ed allo sforzo unitario della maggioranza che ha ottenuto di reperire altrove le risorse necessarie. La carta mette a disposizione di ogni docente di ruolo 500 euro all’anno per il proprio aggiornamento, ed è una delle innovazioni introdotte dalla buona scuola più apprezzate dal corpo docente: un suo ridimensionamento sarebbe stato inaccettabile. Ora l’impegno  di Italia Vive è quello di scongiurare il taglio anche per gli anni successivi trovando risorse in legge di bilancio e su questo è stato anche approvato un ordine del giorno di tutta la maggioranza. 
All’interno di un provvedimento che mantiene alcune criticità, il Senato ha introdotto alcuni miglioramenti molti dei quali proposti da IV, come le modifiche del percorso di formazione degli aspiranti docenti o quelle per il sostegno, che abbiamo sempre definito una vera e propria emergenza nell’emergenza: qui si introduce la possibilità, fino al 2025, di assumere a tempo indeterminato i docenti già in possesso della specializzazione. Positive anche le soluzioni individuate sia per l’abilitazione dei docenti delle scuole paritarie che per il concorso riservato agli insegnanti di religione, precari da troppo tempo. 
Ottima anche la scelta di archiviare il concorso a crocette. Sulla riduzione dell’organico si registra un piccolo passo avanti riconducendo in capo al Ministero dell’Istruzione e non al Mef la responsabilità di individuarne forme e modi, ma non saremo soddisfatti fino a quando le risorse non saranno interamente trovate fuori dal comparto istruzione”.
Così in una nota i parlamentari di Italia Viva Daniela Sbrollini e Gabriele Toccafondi .

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here