“E’ allarme nel Lazio per la mancanza di circa tremila docenti nelle scuole di ogni ordine e grado. Stiamo assistendo al fallimento delle nomine del personale docente da Gae (Graduatorie ad esaurimento) e Gps (Graduatorie provinciali per le supplenze) in tutte le province della nostra regione”. Lo denuncia Saverio Pantuso, Segretario generale della Uil Scuola Rua Lazio.

“Con l’utilizzo della procedura informatizzata e dell’algoritmo, che ostinatamente si vuole continuare a utilizzare – spiega il segretario – si verifica ormai da anni questo scempio, che purtroppo non sarà destinato a risolversi finché non si provvederà a sanare gli errori pregressi di valutazione dei titoli e servizi dei candidati con relativo aggiornamento di punteggi, posizioni e riserve”.

“Visti gli esiti fallaci degli anni scorsi – ricorda Pantuso – la Uil ha sostenuto da subito la necessità di effettuare le operazioni di nomina dei supplenti in presenza, proprio per poter risolvere tutte le criticità che stavano emergendo. Non siamo contrari a priori ai processi di informatizzazione, a condizione però che non venga pregiudicato il diritto al lavoro di numerosi precari della scuola che rischiano anche quest’anno di non essere destinatari di incarichi di supplenza a causa della cristallizzazione di errori pregressi”.

“La recente pubblicazione dei bollettini di nomina del personale docente a tempo determinato riporta sostanziali errori – spiega la professoressa Anna Salamino, Responsabile dei Dirigenti scolastici della Uil scuola Lazio – legati in particolare alla mancata corrispondenza tra numero e posti di docenti destinatari di tali incarichi e la dotazione organica assegnata alle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado. Iniziamo quindi l’anno scolastico col nodo delle nomine errate dei docenti supplenti e dei relativi tempi di verifica, oltre l’endemico problema del personale Ata non ancora al completo, con ricadute inevitabili sul regolare svolgimento delle attività didattiche”.

“Pretendiamo – conclude Pantuso – che tutti gli Atp territoriali del Lazio provvedano alla immediata e totale revisione delle operazioni di nomina Gae e Gps del personale docente a tempo determinato, al fine di ripristinare tutte le situazioni di legittimità e rimediare ai numerosi errori, il tutto in tempi ragionevoli per consentire alle scuole un efficace funzionamento”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here