“Esprimiamo grande soddisfazione per il risultato ottenuto sul tema dell’assistenza educativa scolastica delle alunne e degli alunni con disabilità: dopo l’approvazione da parte dell’Assemblea Capitolina del nuovo Regolamento sul servizio Oepac, avvenuta ieri e che introduce elementi fortemente innovativi, c’è un altro punto qualificante che segna una forte discontinuità rispetto al passato, vale a dire la firma di un accordo tra l’Amministrazione di Roma Capitale e le organizzazioni sindacali in tema di diritti dei lavoratori e delle lavoratrici Oepac”.

Lo dichiarano in una nota l’Assessora alla Scuola, Lavoro, Formazione di Roma Capitale, Claudia Pratelli e la Presidente della Commissione scuola Capitolina, Carla Fermariello.

Il documento, sottoscritto dall’assessora Pratelli, dal direttore del Dipartimento e dal Capo di Gabinetto Ruberti, dando seguito al Regolamento approvato, riconosce l’inquadramento del personale al livello D1 del Ccnl Cooperative sociali, finalmente valorizzando la professionalità e il percorso formativo richiesto a tale figura; precisa il grande impegno di Roma Capitale nell’assicurare il diritto al pasto, precedentemente non garantito; e afferma la garanzia di continuità lavorativa, attraverso l’inserimento delle clausole sociali di salvaguardia per il personale, come previsto dall’articolo 50 del Codice degli appalti.

“In questi giorni abbiamo segnato un importante cambio di ottica, anche rispetto al valore e all’importanza della figura professionale Oepac. Un passo che si attendeva da tempo e che consente alle scuole e a Roma di fare un grande salto in avanti.
Abbiamo superato la discriminazione inaccettabile che si consumava sui tavoli delle mense, dove gli operatori non avevano diritto al pasto sebbene fossero in servizio; riconosciuto la professionalità di figure cui sono richieste competenze pedagogiche e affermato tutele importanti. Inoltre qualificare il lavoro significa qualificare complessivamente un servizio che ha la missione delicata e importantissima dell’inclusione delle bambine e dei bambini con disabilità”, dichiara Pratelli.

“Siamo orgogliose e soddisfatte del lavoro fatto sino ad ora e del nuovo slancio dato ad un Servizio di fondamentale importanza per la città. Grazie ad un lavoro di squadra questa maggioranza ha voluto affermare con forza il pieno riconoscimento del diritto allo studio e all’inclusione scolastica degli alunni con disabilità e il pieno riconoscimento del diritto dei lavoratori e delle lavoratrici alla giusta retribuzione, al corretto inquadramento e al riconoscimento del pasto. Una comunità educante matura si riconosce anche dal livello di solidarietà e reciprocità nella tutela dei diritti fondamentali di tutti” dichiara Fermariello

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here