Anche quest’anno il Campidoglio è alla ricerca di progetti educativi stimolanti ed innovativi per gli allievi di Roma. A tale scopo ha appena pubblicato l’avviso pubblico per raccogliere le offerte didattico-formative di cui saranno destinatari gli studenti di ogni ordine e grado con famiglie e docenti.

 

Entro il 5 giugno, dunque, Istituzioni, associazioni, enti, cooperative e le altre realtà indicate nell’avviso potranno inviare una o più proposte per integrare l’attività didattica delle scuole.

 

L’anno scolastico 2018-2019 ha registrato un aumento nel numero di progetti proposti, 78 in 6 aree tematiche (Diritti, Ambiente, Arte e Cultura, Intercultura, Stili di vita, Storia e Memoria) e delle studentesse e studenti coinvolti. Al generale esito positivo delle attività nel 2019 (i dati parziali indicano una più ampia offerta tematica e più di 61.000 ragazzi rispetto ai 48.000 dell’anno scolastico 2017-2018), l’Amministrazione ha inteso procedere ad una nuova mappatura delle realtà aggregative e delle iniziative attive sul territorio.

 

Potranno presentare le loro offerte soggetti istituzionali ed associazioni. Lo scopo, infatti, è “aprire” la scuola, renderla parte integrante della vita della comunità intera, consentendo ai ragazzi di approfondire temi e formazione individuale attraverso laboratori e altre forme di apprendimento esperienziale.

Un’apertura che sottintende l’obiettivo principale dell’Amministrazione: rendere la città sempre più inclusiva e partecipativa ed educare i ragazzi a valori solidi di accoglienza, rispetto reciproco, legalità.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here