Per asili nido e materne di Fiumicino, gli organici sono al completo. Dal 2017 sono state stabilizzate lavoratrici precarie da anni e aperte 3 nuove strutture.

“All’apertura delle scuole, è importante ricordare, per evitare ogni strumentalizzazione, che il percorso assunzionale è stato portato avanti con un impegno continuo e un confronto costante della Fp Cgil con l’amministrazione”, Così Amedeo Formaggi e Roberto Scannella, Fp Cgil Roma e Lazio.

“Nel 2017 il comune di Fiumicino ha indetto due concorsi per insegnanti di scuola materna ed educatrici di asili nido. Scelta sostenuta dalla nostra organizzazione, pur sollevando dubbi sull’operazione, optando per la procedura concorsuale per titoli ed esami anziché procedere alla stabilizzazione del precariato storico. Tenendo aperto il confronto, sono state individuate le soluzioni assunzionali che tenessero conto e valorizzassero l’esperienza maturata dalle molte lavoratrici già presenti all’interno delle scuole comunali. Oggi i numeri parlano chiaro: dal 2017, sono state assunte 44 educatrici di asilo nido e 28 insegnanti di scuola materne, incluse anche delle 9 lavoratrici che il Comune si appresta ad assumere per l’anno scolastico 2020/2021. Gran parte di loro sono le precarie “storiche” del comune di Fiumicino, che hanno pertanto visto riconosciuto il sacrificio di tanti anni di instabilità lavorativa”, prosegue i sindacalisti Fp Cgil.

“Con l’organico al completo, il Comune ha potuto aprire 3 nuove strutture. Un risultato importante che ha fatto crescere in qualità e quantità i servizi, grazie soprattutto alla grande professionalità delle lavoratrici, che hanno consentito di affrontare l’anno pandemico appena trascorso con equilibrio e professionalità, senza far pagare alle famiglie dei piccoli utenti i prezzi amari di questo terribile periodo”, concludono.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here