I quotidiani servizi di controllo della Polizia di Stato svolti nell’area della Stazione Termini hanno permesso di arrestare una coppia di cinesi che spacciavano “shaboo” nel loro appartamento di Primavalle. Sono stati gli uomini della Sezione Operativa dell’Ufficio Gabinetto della Questura a fermare un ragazzo con alcune dosi di “shaboo”, ovvero i  cristalli puri di metanfetamina, ed è stato lo stesso tossicodipendente a fornire alcune indicazioni sui fornitori. I poliziotti hanno condiviso le informazioni con gli investigatori del commissariato Viminale i quali, incrociando i dati con quelli disponibili negli archivi informatici in uso alle Forze dell’Ordine, sono arrivati alla porta di H.J.D , cinese di 42 anni, sottoposto agli arresti domiciliari. Nell’abitazione, dove come indicato dal “cliente” c’era anche una donna, H.X. , anche lei cinese, 38enne, sono stati trovati altri cristalli di “shaboo” ed una pasticca di metanfetamina. Lo stupefacente, probabilmente contando sul fatto che è difficilmente distinguibile dai normali cristalli di sale,  è stato trovato nella pattumiera. I 2 cinesi sono stati arrestati e il ragazzo fermato alla Stazione Termini è stato segnalato alla Magistratura.

Doppio arresto da parte degli investigatori della Polizia di Stato impegnati nel quartiere Eur: gli agenti del IX Distretto Esposizione stavano seguendo un’utilitaria che, stando ad alcune informazioni in loro possesso, sarebbe stata usata in quei giorni da una ragazzo per trasportare un grosso carico di droga. Dopo alcuni giorni di appostamenti l’auto è stata notata da una delle pattuglie che, con discrezione, ha iniziato a seguirla. I poliziotti non si sono stupiti nel vedere che il presunto spacciatore si era recato a casa di un altro loro sospetto pusher. Il blitz è scattato poco dopo: l’autista dell’utilitaria, M.P. , 46enne romano, è stato trovato in possesso complessivamente di circa 160 grami di cocaina e 100 di hashish, mentre L.A. , 45 anni anch’egli romano, ovvero il titolare dell’appartamento, aveva in casa poco meno di 40 grammi di cocaina ed 80 di hashish. Entrambi i pusher sono stati arrestati; a loro carico anche il sequestro di 2600 euro.

Un controllo in strada degli agenti del commissariato Spinaceto ha portato all’arresto di R.A. , romano di 34 anni ed al sequestro di circa 2 chili di hashish e marijuana, una dose di cocaina e più di 4 mila euro in contanti.

Sono 2 invece gli spacciatori arrestati dai poliziotti del III Distretto Fidene-Serpentara; D.V.D. e C.M. , entrambi romani rispettivamente di 42 e 19 anni, sono stati sopresi mentre vendevano cocaina nella zona di via Ugo Ojetti a bordo di una berlina tedesca. Una trentina di dosi di cocaina sono state sequestrate insieme ad alcune centinaia di euro.

Gli investigatori del commissariato Celio, durante un servizio antidroga a Torre Angela, hanno notato F.Y. , gambiano di 23 anni da loro conosciuto per precedenti indagini; anche il ragazzo ha identificato i poliziotti ed ha tentato la fuga disfacendosi strada facendo di alcuni involucri di marijuana.  Raggiunto e bloccato, con non poca difficoltà, il gambiano è stato perquisito; in casa gli è stata sequestrata altra sostanza stupefacente ed è stato arrestato.

Le autoradio dei commissariati Esquilino e Porta Pia, nell’ambito di una segnalazione giunta al 112Nue, hanno arrestato T.M.T., 20enne romano. In casa sono stati trovati poco meno di 4 etti di hashish ed il necessario per la preparazione delle singole dosi.

A Civitavecchia, gli agenti del locale commissariato, hanno arrestato M.D. , 29enne residente nella cittadina portuale, già soggetto alla misura dell’ avviso orale del Questore, trovato in possesso di oltre 50 grammi di marijuana e 1.370 euro.

Gli uomini della Sezione Volanti hanno denunciato a piede libero un 44enne trovato in possesso di cocaina nella zona del Trullo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here